Mi raccontate qualche battuta abbastanza lunga e tipo divertentissima? ?

Una battuta lunga, non mi va bene una battuta del tipo:qual'è il colmo... Oppure di quel caxxo di pierino che lo odio

3 risposte

Classificazione
  • 2 mesi fa

    Un tizio un po' distratto e impacciato decide di andare a giocare a golf. 

    Piazza il conetto nel terreno e ci possa la pallina, estrae la mazza e prova a colpire la palla ma non riesce.

    Prova di nuovo ma fa nuovamente cilecca!

    Riprova, ma nulla va ancora a vuoto, al che inizia ad infervorarsi un po' e metterci sempre piu energia ma ogni volta manca la pallina. Al centesimo tentativo mettendoci tutta la forza che ha in corpo becca la pallina che vola cosi in alto e lontano  da uscire dal campo da golf. 

    Tutto contento allora vuole provare di nuovo, ma continua a fallite...dopo una mezz'oretta di tentativi da lontano giunge un signore con una pallina in mano che avvicinandosi al giocatore chiede - mi scusi e sua questa pallina? 

    E il giocatore tutto contento risponde -

    Oh si, e mia..l' avevo persa! La ringrazio molto per averla ritrovata

    Alche il signore visibilmente arrabbiato gli dice - ma quale grazie e grazie...grazie un corno! Ma lo sa che ha fatto con questa pallina? 

    No che ho fatto? 

    Fuori dal campo da golf ci sta la tangenziale, con il ponte che attraversa il fiume...beh indovini un po'  proprio in quel momento mentre lei tirava la sua pallina stava passando un autobus di turisti. La pallina ha sfondato.il parabrezza e l'autista ha sbandato facendo precipitare il bus sopra ad un edificio! Sono.morti.tutti.e 50 I passeggieri! -

    Il giocatore di golf visibilmente scosso si scusa dicendo- mio dio.che disatro...mi dispiace molto non volevo--

    - eh non voleva ma intanto sa che e successo poi? L'edificio dov' e caduto l'autobus era una scuola elementare...ci stavano 300 bambini che stavano mangiando in mensa...sono.morti.tutti!

    -il giocatore pentito - mio dio dio che ho.fatto...mi scusi ...mi scusi...non intendevo...

    - non intendevo un c@zzo...mica e finita qui...nel crollo dell'edificio si son rotte le tubature del gas che portano sino.al.deposito in citta! 

    Il gas con una scintilla ha preso fuoco ...

    Divampando sino al deposito! E c'e stata una violenta esplosione! Sono morte 2000 persone! 

    Mi dio ho combinato un disastro...una tragedia...mi perdoni..mi.perdoni...sono disperato....cosa posso fare??

    - E il signore ancora con la pallina in mano avvicinandosi.all'orecchio.gli dice - TIRI UN PO' PIU PIANO! 

  • spero che i cristiani non si offendano

    giornata di sciopero in paradiso.san pietro incrocia le braccia e quindi gesù va a sostituirlo alla porta di ingresso.dopo poco che ha iniziato il suo turno vede avvicinarsi un vecchietto.al che gesù gli domanda:“buongiorno buon uomo,come ti chiami?”

    “giuseppe,però ho anche un soprannome”

    “e dimmi giuseppe,che lavoro facevi sulla terra?"

    “ero falegname”.

    “ah,e hai avuto figli?”

    “a dire il vero sì,uno;però è stato proprio un miracolo,ancora non mi rendo conto di come sia potuta succedere una cosa del genere”

    gesù comincia a diventare piuttosto pensieroso e domanda ancora:“e dimmi,giuseppe,cosa faceva tuo figlio?"

    “ah guarda,mi faceva ammattire,era sempre via insieme a gente sconosciuta.e me lo immaginavo che prima o poi lo avrebbero tradito!"

    gesù a quel punto sussulta,poi si ricompone e chiede ancora:“senti,giuseppe,che rapporti aveva con la gente?”

    “mah,che dirti?alcuni gli volevano davvero bene,altri insomma.però ha avuto problemi con le forze dell’ordine;e poi molti lo volevano davvero mettere in croce”

    allora gesù non ce la fa più,comincia a piangere e grida:“babbo!!!”

    e il vecchietto:“pinocchio!!!”

  • 2 mesi fa

    Arkansas, terra di duri.

    Stone City, paese di duri.

    Qui vive Johnny detto il Duro: non ha paura di nulla! Lui è un vero duro! Vicino al paese c’è una foresta e al centro una vecchia capanna dove nessuno ha mai avuto il coraggio di entrare.

    Si narrano cose truci su di essa e quindi viene ignorata dagli abitanti del paese.

    Ma Johnny il Duro ha deciso che non esiste nulla che gli faccia paura e un giorno decide di inoltrarsi nella foresta e di entrare nella capanna. Attraversa la foresta che diviene sempre più tetra e buia man mano che ci sia avvicina alla capanna.

    Anche l’odore di verde che si riscontra nel resto della foresta diviene sempre più cattivo fino a diventare una puzza attorno alla capanna.

    Ma Johnny il Duro non ha paura di nulla e si avvicina alla capanna.

    All’ingresso un cartello minaccioso: VIETATO ENTRARE.

    Johnny ovviamente entra e si ritrova in un ambiente umido, sporco, freddo e maleodorante.

    Sul pavimento una botola con un cartello: VIETATO ENTRARE.

    Johnny il Duro si dice fra sé e sé: "Io sono un duro. Nulla mi può fermare".

    Solleva la botola ed entra.

    Il buio è più fitto, la puzza più forte: si intravede solo una scala a chiocciola che scende nel buio più profondo.

    Johnny incomincia a scendere centinaia di gradini nell’oscurità quasi completa e con la puzza che si fa sempre più forte.

    Ogni tanto si sentono sinistri scricchiolii, ma Johnny continua a scendere. Finalmente arriva ad un pianerottolo dove trova un’unica porta.

    Su di essa una scritta: ‘E’ ASSOLUTAMENTE VIETATO SUPERARE QUESTA PORTA’. Johnny il Duro pero’ non si fa impressionare e la apre; al di la’ di essa un’altra scala più ripida scende ancora più in basso: il buio è molto fitto e non si vede il fondo della scala, ma il puzzo è ancora più forte, a mala pena sopportabile.

    Johnny il Duro decide di proseguire.

    Scende centinaia di scalini: la puzza si fa sempre più forte e un cupo e minaccioso brontolio sale dalle viscere della terra. La paura si fa sempre più forte, ma Johnny non demorde: deve dimostrare di essere un vero duro! Finalmente arriva ad un pianerottolo con una seconda porta.

    La solita scritta minacciosa: ‘LASCIATE OGNI SPERANZA O VOI CHE ENTRATE’.

    Decisione difficile per Johhny il Duro, ma alla fine decide che essendo arrivato fino a lì non si può che proseguire.

    Apre la porta e intravede un’altra scala. Il buio è sempre più fitto, la puzza insopportabile, il brontolio più minaccioso.

    Comincia a scendere le scale; gli scalini sempre più ripidi e coperti di una sostanza viscida e maleodorante, il brontolio più minaccioso.

    Ma Johnny, che è un vero duro, riesce ad arrivare al fondo.

    Qui trova un nuovo cartello sull’ennesima porta: ‘VIETATISSIMO ENTRARE’ e subito sotto un’altra scritta: ‘PERICOLOSISSIMO PRONUNCIARE "FACCIA DI MERD@".

    Johnny il Duro comincia ad essere preoccupato, ma la sua è una sfida e lui è un duro ... e quindi supera la porta e cosa trova? Un’altra scala che scende nel buio più profondo per centinaia di metri, il tutto avvolto in una puzza indescrivibile. Allora si fa coraggio e siccome lui è un duro grida, con quanta forza ha in gola: ‘FACCIAAAA DI MERD@@@@@!!!!’.

    L’urlo si propaga nelle viscere della terra e quando sembra scomparire nelle profondità si ode un boato spaventoso.

    Nella quasi totale oscurità nel fondo del pozzo si intravede un essere mostruoso, viscido, gelatinoso, fornito di innumerevoli tentacoli, avvolto da una sinistra luce verdastra e quel che è peggio sembra veramente inc@zzato.

    Sta salendo velocemente le scale sprigionando rumori raccapriccianti e avvolto da una puzza assolutamente disgustosa.

    Johnny il Duro ... se la fa addosso e comincia a scappare a rotta di collo.

    Sale le scale facendo i gradini a 3 a 3, ma il mostro è sempre più veloce e si avvicina sempre più.

    Johnny è disperato, ma raccoglie tutte le sue forze e si lancia ancora più veloce su per le scale.

    Supera la terza e la seconda porta... oramai il mostro (che e’ divenuto nel frattempo sempre più mostruoso e immondo) gli è alle calcagna e lo sta per ghermire.

    Con un supremo sforzo Johnny aumenta la velocità salendo gli ultimi gradini a 4 a 4, ma proprio mentre sta per arrivare alla superficie, scivola su uno degli ultimi gradini e il mostro si avventa su di lui gridandogli: ‘FACCIA DI MERD@ SARAI TU!!!!’

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.