Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureReligione e spiritualità · 2 mesi fa

Alla luce di quanto scriveva Tacito in Historiae, relativamente alla conquista di Gerusalemme, si può dire che gli ebrei avessero ragione?

Tacito racconta dell'espugnaziine di Gerusalemme. Dice che nella zona del tempio c'è stata una battaglia, combattuta contro delle divinità, ad alta quota. Poi le porte del tempio si sono aperte e le divinità sono fuggire via. 

Tacito aggiunge che alcuni ebrei avevano paura, la maggior parte però era fiduciosa, in quanto una profezia diceva che da quel periodo in poi le zone giudaiche sarebbero state protagoniste della storia, attraverso un'espansione planetaria. 

Lo storico romano rivela che la profezia si riferisse in realtà all'espansione di cui sarebbero stati dominatori Vespasiano e Tito. Però gli ebrei credevano che la profezia dicesse che sarebbero stati proprio gli ebrei ad espandersi e dominare il mondo. 

I romani sono scomparsi già da qualche millennio. Gli ebrei inveve ci sono ancora e sono tra i più ricchi del mondo. Controllano l'economia planetaria e da loro dipendono le due religioni più diffuse del pianeta: cristianesimo e islam, le quali glorificano gli antenati degli ebrei come santi, madri di divinità ed esseri puri. 

Perché allora cristiani e musulmani si ostinano a negare che gli ebrei e solo loro siano il popolo eletto e privilegiato? Hanno perso Gerusalemme contro i romani ma hanno conquistato il mondo (inclusa Gerusalemme che oggi di fatto è terra sotto il controllo degli ebrei). 

Cristiani e musulmani lo devono ammettere: avete perso e siete dei sottoposti dei veri padroni, gli ebrei.

Aggiornamento:

La sottomissione sarà concreta e reale fino a quando nel mondo ci saranno sistemi di controllo (quali le religioni sono) di derivazione ebraica. Il fatto stesso di avere un Dio ebreo è un'indiretta attribuzione di legittima superiorità agli ebrei. 

Hanno vinto! Sono dei grandi! Non c'è nulla da dire. 

Attachment image

3 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    2 mesi fa
    Risposta preferita

    I cristiani non lo capiscono, i musulmani men che meno. Ormai è da secoli che sono lobotomizzati e fanno il gioco dei padroni. 

    I peggiori sono quelli che mostrano palesi antipatie verso gli ebrei ma nel contempo dicono "Gesù è Dio, anzi unico e vero Dio". 

    Un culto non è un culto se non si venerano i propri antenati. Cristiani e islamici venerano gli antenati di un altro popolo. 

    @Figlio della Terra Parli con me? Non hp mai scritto che gli ebrei si siano inventati una religione per sottomettere. Ho scritto che i cristiani, accettando le assurdità che vedono Gesù un dio, hanno dato forza all'arroganza ebraica di dirsi popolo eletto. Leggi cosa scrivono i cristiani? Scrivono che Gesù è proveniente dal popolo eletto e che il popolo si convertita. Tutti saranno generatori di uno stesso dio proveniente dal popolo eletto. 

  • Nick
    Lv 7
    2 mesi fa

    Tacito beveva troppo secondo diversi studiosi moderni...

  • Tacito lì (con la storiella della presunta battaglia celeste) si è rifatto a Flavio Giuseppe, che aveva tutto l'interesse a scrivere quelle cose essendo Ebreo. Inoltre la "profezia" parlava di tempi lì vicini (con Vespasiano e Tito) mentre loro hanno iniziato ad arricchirsi solo secoli più tardi.

    @Anonimo: se così fosse e Cristianesimo e Islam fossero una macchinazione ebraica, mi spieghi come mai per secoli Cristiani e Islamici hanno perseguitato gli Ebrei? E mi spieghi come mai alla nascita di queste religioni gli Ebrei le hanno perseguitate? Sarebbe stato un po' controproducente no?

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.