Cristiani a me! Come mai Giuda di Kariot è visto come un personaggio negativo?

Alla fine ha tradito, è vero, ma si è pentito (come dimostra la restituzione del denaro al tempio e il suicidio secondo alcune versioni). E è scritto nei vostri testi che un singolo peccatore pentito è meglio di 99 giusti?

Inoltre Giuda, stando alle vostre dottrine, è quasi definibile un comprimario dell'epopea della salvezza, dato che per voi questa si ha con la morte di Gesù, nel quale il tradimento di Giuda è stato la chiave di volta. Alla fine, non è quasi un eroe tragico, che ha dovuto subire il peso di profezie che ne predicevano il tradimento e ha dovuto sopportare la colpa derivante da questo? Perché tale Damnatio Memoriae a suo nome in barba a tutte le storie sul perdono?

3 risposte

Classificazione
  • 1 mese fa
    Risposta preferita

    Poiché nella visione metaindividuale cattolica d'altri tempi del Cristianesimo, il personaggio di Giuda s'è posto da sempre agli antipodi del disegno escatologico universale del Cristo e pertanto ciò ha spinto il cristiano medio a inquadrare la figura dell'Iscariota in quella oggettivamente negativa e diabolica.

    Il tutto però difettando di quel nesso fondamentale che tu hai giustamente citato, ovverosia che senza il gesto compiuto da Giuda non avrebbe avuto fondamento quello posto in essere dal Cristo o non si sarebbe posto nel modo in cui ce lo narrano gli scritti evangelici.

    Da notare, tuttavia, che il Vangelo (postumo) di Giuda, non appartenente ai rinvenimenti di Nag Hammadi, di origine cainita, ribalta la visione di Giuda, come ben saprai, inquadrandolo nella posizione di colui che adempì la volontà escatologica del Mistero del Cristo secondo un "accordo" stabilito col Maestro.

  • 5 giorni fa

    Anche se hai già chiuso la domanda e scelto la miglior risposta vorrei comunque risponderti sperando di fare chiarezza. 

    Giuda, nonostante abbia riconosciuto di ''aver tradito sangue innocente'' invece di chiedere perdono a Gesù è andato dai sacerdoti a cui non importava nulla del suo pentimento, si è pentito con loro (e per questo ha ridato il denaro) invece di umiliarsi davanti a Dio, anzi ha peccato con un altra colpa ancora, quella della disperazione della salvezza suicidandosi. Il vangelo non dice con certezza se Giuda sia all'inferno o meno, però Gesù lo ha chiamato ''figlio della perdizione'' e disse ''è meglio che non fosse mai nato''. C'è inoltre un errore grossolano ed è quello di ritenere che Giuda abbia contribuito alla salvezza dell'umanità permettendo la cattura di Gesù per questo alcuni gnostici stupidamente affermano che Giuda in realtà ebbe un patto con Gesù il che è ridicolo,il suo tradimento semmai ha accelerato la sua cattura, ma gli ebrei varie volte hanno tentato di catturare e uccidere Gesù come si legge in diverse parti del vangelo, inoltre se fosse come dici allora anche Ponzio Pilato ci ha salvati perchè ha emesso la sentenza di morte, che i sacerdoti che lo hanno portato davanti a lui sono stati anch'essi mediatori della salvezza, e anche gli esecutori materiali della crocifissione mentre inserivano i chiodi furono nostri salvatori, stesso dicasi per chi lo flaggellava, etc...

    Giuda non è stato un burattino nelle mani di Dio come qualcuno vuol fare credere, è stato sempre libero, e Gesù quando lo scelse non lo fece perchè venisse tradito. Giuda non è stato dannato fin dal principio. Gesù lo aveva chiamato ad un’altissima dignità. Tant'è che all'inizio lo seguiva assieme agli altri, e per la fede in Gesù fece anche miracoli ed esorcismi.

    Poi però si è perso, pur stando accanto a Gesù, per la bramosia delle ricchezze.

    Il Signore gli aveva dato fiducia e l’aveva incaricato di tenere la cassa ma Giuda vi rubava come ci racconta Gv 12,6 ''Questo egli disse non perché gl'importasse dei poveri, ma perché era ladro e, siccome teneva la cassa, prendeva quello che vi mettevano dentro.'' Quindi non è assolutamente un eroe tragico che ha dovuto subire una ''damnatio memoriae'' bensi una persona libera che nonostante abbia seguito Gesù da vicino alla fine si è perduto per attaccamento al denaro, e ha infine rifiutato il perdono perchè si ritenne imperdonabile

    Spero di essere stato chiaro, è una bella domanda quella che hai fatto 

  • Anonimo
    1 mese fa

    E come mai kakarot era anche più forte degli dei? Ok aveva un aura potentissima, ma più di un dio mi sembra strano 

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.