Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureReligione e spiritualità · 2 mesi fa

Perché nella Bibbia non è scritto da nessuna parte quando, per esempio, l'uomo ha visto per la prima volta il fuoco?

Oppure quando ha coltivato con consapevolezza il primo campo. È un episodio importante! Perché non se ne parla?

La Genesi è troppo vaga e noiosa! Sembra che l'unico obiettivo sia delineare la discendenza di una famiglia che da Adamo porta agli ultimi re d'Israele. Cioè, sembra solo una questione di proprietà, economia ed eredità. 

3 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    2 mesi fa
    Risposta preferita

    Pretendi troppo da un libro scritto da gente interessata fondamentalmente alle questioni ereditarie, volte a giustificare potere e ricchezza di figure contemporanee agli autori.

    Non è un libro di GENESI del genere umano ma un trattato di araldica per attribuire al sovrano una discendenza elevata e cementarne il potere, un apologia del re e forse perfino scritto su commissione.

    Questo è, non quello che ci dicono che sia. Per cui il tuo stupore è comprensibile ma va rivolto alla faccia tosta di chi spaccia la genesi per un libro di genesi.

    Ti hanno ingannato e ora apri gli occhi.

  • Forse perché non è un libro di storia (come si nota anche dagli anacronismi, che appunto sono irrilevanti dato il genere letterario). Se è per questo non se ne parla nemmeno in Enuma Elish, nell'Epopea di Gilgamesh, ecc. per il resto la Genesi è un libro di mitologia, deve insegnare dei concetti così come erano comprensibili ai Giudei dei tempi in cui fu scritta. Inoltre la Bibbia non è un libro unitario, contenendo diverse correnti di pensiero sviluppate dal popolo ebraico negli anni di compilazione (ad es. la weltanschauung della fonte Jhavhista è diversa da quella Elohista che son diverse da quella Deuteronomista, ecc.) e pertanto non può esser trattata come tale.

    @Anonimo: allora mi sa che devo ricontrollare le mie conoscenze e ti ringrazio per la dritta. Tuttavia mi sembra decisamente strano. Insomma, che vi siano concezioni differenti nei vari libri mi sembra un dato di fatto. O per lo meno le idee espresse ad esempio in Deuteronomio mi sembrano decisamente diverse da quelle di Genesi. Ma mi documenterò a riguardo. Grazie per la correzione!

  • Anonimo
    2 mesi fa

    È esattamente quello che è. Un pretesto inventato per permettere a una famiglia di rivendicare pretese ereditarie su un territorio. 

    @Figlio della Terra - Ulixes La tesi documentale non è più accettata dagli studiosi contemporanei. Non è plausibile che ci siano 4 fonti diverse del Pentateuco, incollate così come risultano. La teoria porterebbe a supporre che alcuni versetti siano per metà derivati da una forte e per metà derivati da un'altra fonte. È un'argomentazione troppo forzata. Ancor di più se si pensa che non sono mai state trovare queste 4 presunte fonti. 

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.