Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scienze socialiPsicologia · 2 mesi fa

Mia mamma mi tratta male?

Non nel senso che mi picchia o cose gravi, però quando sto bene è brava e delle volte cuciniamo e vediamo i film insieme ma a volte se ne viene fuori con frasi per buttarmi giù e tutte le volte che sto male interiormente e mentalmente come quando ho la depressione nonostante ho problemi psicologici lei fa finta di niente, e non mi porta dalla psicologa perché i soldi sono più importanti di me..inoltre mi ha detto che a nessuno importa come sto. (si,nemmeno a lei) Fa finta che sto bene e che sono una ragazza come tante quando lo sa che la mia vita è stata diversa e una sofferenza unica rispetto ad altre per vari motivi che non elenco e mi ha visto piangere tante volte !! Mi vede sul letto senza gioia di vivere e mi dà della pigra e della nullafacente. Il suo carattere è sempre stato quello un po' freddo, non ho mai avuto un abbraccio o una parola di conforto da lei, una volta quando avevo 14 anni, stavo male e volevo morire perché non ce la facevo più ( mi tagliavo anche e lei lo aveva scoperto), mi aveva detto che se devo vivere così è meglio che mi ammazzo.Per lei non sono mai abbastanza e finge di volermi bene ma io tuttora a 25 anni non sento l'amore materno da parte sua. Pur sapendo che ho periodi di depressione seria sottovaluta e mi lascia sola a ingoiare le lacrime, io ho sempre reagito,mio padre mi dice frasi fatte e va dietro a lei dopo che ieri mi ha abbracciato e mi è stato vicino..non saprei come avrei fatto senza di lui, l' unico che non mi ha mai lasciata sola.

Aggiornamento:

L'ho chiesto più volte ma il loro portafogli è più importante di me e nn vogliono mandarmi. Non sono ricchi ma non fanno niente x aiutarmi. Ero stata da una che scriveva e non mi ha aiutato.. menomale che ho lui, che mi abbraccia e cerca di capire...non so se sarei ancora viva, non ho mai ricevuto amore nella vita.

Aggiornamento 2:

Preciso che per vari motivi sono rimasta senza lavoro che sto ancora cercando, quando lavorerò starò meglio. Non voglio essere un peso

Aggiornamento 3:

Esatto, quello che voglio è trovare il lavoro e l'amore e andarmene via di qua, ma finora non ho avuto fortuna, speriamo di farcela.(i ragazzi sn quasi tutti puttanieri)

Aggiornamento 4:

Esmeralda mi dispiace, davvero, anche tu mi hai commosso, anche se la tua storia sembra peggio, cmq ti auguro tutto bene e hai ragione, bisogna essere forti e il pessimismo non aiuta, infatti cerco di vedere il lato positivo, sto facendo un corso OSS che mi ha pagato perché il lavoro nn lo trovo, vogliono persone con esperienza di almeno due anni ecc.. voglio solo lavorare e aiutare gli altri. Ah. Il bello è che lei è oss e con gli altri è sempre empatica. Con me no.

3 risposte

Classificazione
  • 2 mesi fa
    Risposta preferita

    Mi dispiace tanto. Leggere queste cose mi fa male al cuore, te l'assicuro. La tua storia mi ha ricordato un po' la mia. Io è come se una famiglia non la avessi nemmeno mai avuta. Sono sempre stata molto sensibile e buona. Mio padre era violento e mi picchiava. E non era soltanto violento, non ha mai fatto il padre ed io era come se non lo avessi. Mia madre mi picchiava e mi trattava male perché la istigava la mia sorellastra cattiva, (parole sue) e perché ricordavo a tutti mio padre. Insomma, tutti mi picchiavano, pure i bulli a scuola. Inutile dire che volevo morire. Ma non era quella la soluzione, la soluzione era diventare più forte delle avversità. Mi distraeva un po' uscire con gli amici e soprattutto con le mie amiche ma la mia sorellastra a volte me lo impediva. Quando uscivo con loro facevo delle battute e ridevo tanto. Purtroppo alcuni genitori mancano totalmente di empatia e sensibilità. Non tutti riescono ad amare i propri figli. Talvolta sono aridi e privi di qualsivoglia amore. A volte i genitori vorrebbero che i figli fossero diversi da come sono, probabilmente più forti ma non così tanto da essere in grado di sottometterli. E questo trova un riscontro in quel che racconti, tua madre sembra migliore quando tu sembri stare bene. Comunque, recentemente, ho letto un libro che ricordava vagamente la mia vita, l'ho trovato molto commovente nonché forte, si intitola: 'per il mio bene'.

    Parla di una pessima madre e di sua figlia.

    Ma alla fine la figlia scappa dalla madre e trova la sua strada senza di lei.

    Ha seguito il suo sogno.

    In fondo ognuno di noi avrà un dono. Ma mia madre invece mi sminuisce costantemente.

    Poi dice sempre che non piaccio a nessuno, nonostante io abbia sempre ricevuto tanti complimenti.

    Lei tenta di far crollare la mia autostima. Mi ha sempre fatta rimanere male anche davanti ad alcuni ragazzi.

    Purtroppo alcune volte i genitori possono essere cattivi e tremendamente egoisti. Anche mia madre è avara. I soldi li ha sempre serbati per sé stessa e per le mie sorelle viziate. Non ho mai ricevuto né un'educazione, né un'istruzione né niente dai miei genitori. E nemmeno io ho mai ricevuto amore. Però se la cosa ti può un po' consolare sappi che se potessi ti abbraccerei forte, lo so che è ben poca cosa ma non sei sola. Ti voglio bene. E se vuoi parlare io sono qui. Lo so, ti capisco, dove vivo io di lavoro nemmeno ce n'è. Ma almeno tu hai tuo padre. Lui non ti può aiutare a trovare un nuovo lavoro? Magari prova ad ignorare tua madre ma tu resisti, mi raccomando. Che anche se non sembra la vita è bella, più di quel che sembra. E magari ogni tanto può riservare anche delle gioie inaspettate, anche un sorriso oppure un abbraccio può rincuorare o scaldare il cuore. Io sto cercando di cambiare il mio modo di vedere le cose perché il pessimismo non aiuta. Bisogna essere forti. Mi hai fatto commuovere sai. Spero che tu possa stare meglio, te lo auguro, tesoro. Meriti di essere felice.

  • Anonimo
    2 mesi fa

    Ti capisco benissimo. 

    Anche io ho una madre così, anzi la mia è anche peggio perché lei mi picchiava tanto da farmi venire dei lividi (una volta ho rischiato di perdere un occhio dopo avermi lanciato in testa un oggetto molto pesante).

    Ma ormai hai 25 anni e sei abbastanza grande per costruire  una famiglia tutta tua e avere una vita indipendente da lei.

    Penso che sia inutile insistere e cercare affetto da chi non vuole o non può dartelo.

    Quindi prendila così e basta. Concentrati su altre persone che ti apprezzano di più.

    Non credo che uno psicologo o uno psichiatra possa darti un serio aiuto. Al limite puoi fare terapia ma non potrai cambiare tua madre. 

    Penso che dovresti concentrarti nel cercare di avere una relazione sentimentale stabile con qualcuno, un lavoro sicuro e una casa tutta tua.

  • 2 mesi fa

    Mi dispiace tantissimo leggere ciò che hai scritto..credimi ti capisco. I genitori dovrebbero amarci ma sai non sempre è così, spesso non sanno dimostrarlo, non sanno nemmeno loro come si fa sia ad amare che a dimostrare. Non hanno avuto buoni esempi, o sono solo molto chiusi,molto rigidi. Non sanno cosa si perdono però.. 

    purtroppo non puoi farci molto. Non penso che tua mamma cambierà. Puoi farlo tu però.Chiedi aiuto a tuo padre per andare regolarmente in terapia. Parlane anche col tuo medico di famiglia, magari può spiegare loro che hai davvero bisogno di aiuto. Inoltre, puoi rivolgerti al servizio pubblico per la psicoterapia. Vedrai che ti aiuteranno. Forza non mollare. 

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.