Davidzed aiuto ?

Sono ancora in fase di definizione, ma è da 4 settimane che non perdo peso. 

So che non bisogna affidarsi al 100% alla bilancia, ma il fatto è che non mi era capitato di andare in stallo per un intervallo di tempo così lungo. 

Ho confrontato la forma di oggi e quella di 4 settimane fa usando delle foto ma non vedo tantissima differenza. Devo preoccuparmi o proseguo tranquillamente con la dieta?

1 risposta

Classificazione
  • 2 mesi fa
    Risposta preferita

    Lo stallo è una condizione di protezione che il nostro sistema metabolico attua per preservarsi e il deficit calorico che stiamo imponendoci costringe lo stesso metabolismo a rallenatare e pertanto a bloccare il processo di dimagrimento. 

    E' in questa fase che ci troviamo di fronte a almeno 3 dubbi:

    - continuare a ridurre i carboidrati correndo il rischio però di cannibalizzare il tessuto muscolare (cosa poco consigliata)

    - aumentare il lavoro aerobico ogni giorno ad almeno un'ora per consumare più calorie e mantenere il metabolismo basale accelerato.

    - iniziare ad attuare uno shock metabolico utilizzando per 4 giorni consecutivi una dieta chetogenica (zero carboidrati e alte quantità di proteine e grassi monoe epolinsaturi) e ogni 5° giorno mangiando prevalentemente carboidrati.

    Nel primo caso continuando a ridurre i carboidrati diminuirà l'energia disponibile per i muscoli durante gli allenamenti e il catabolismo muscolare brucerà il tessuto muscolare a causa del fatto che in mancanza di glucosio vengono smantellati gli aminoacidi che costituiscono appunto i muscoli e trasformati in glucosio.

    Nel secondo caso si mantengono inalterate le calorie totali e oltre all'allenamento si bruciano ulteriori calorie praticando un'ora (minimo) di attività aerobica a bassa intensità solo per bruciare calorie extra e velocizzare il metabolismo.

    Nel terzo caso, il più difficile da mettere in atto, per quattro giorni si rimane a zero carboidrati e ogni quinto giorno si introducono almeno il triplo delle calorie necessarie, ad esempio se il nostro metabolismo basale consumasse 1600 calorie al giorno lo riduciamo per 4 giorni a circa 800 calorie provenienti da soli alimenti proteici e grassi, mentre il quinto giorno ingeriamo 4800/5000 calorie principalmente provenienti da carboidrati e questo NON ci farà assolutamente ingrassare perchè il nostro fegato e i nostri muscoli sono "vuoti" e hanno ceduto tutto il glicogeno che era rimansto disponibile; però con questa alimentazione NON dobbiamo allenarci intensamente perchè saremo privi di energie e NON potremo assolutamente aumentare di massa muscolare, dovremo solo allenarci a bassa intensità per mantenere i muscoli attivi e non fargli perdere l'adattamento ma non avrebbe senso stressarli dato che non hanno da dove prendere l'energia.

    Questo ultimo metodo è ottimo perchè impedisce al metabolismo di rallentare o adattarsi ma non ci permette di migliorare nell'allenamento (sempre se è questo quello che vogliamo o desideriamo innanzi tutto dimagrire e poi raggiunto il nostro obiettivo re-introduciamo le calorie provenienti dai carboidrati e torniamo ada llenarci con sempre maggiore intensità e volume)

    Il primo metodo è il MENO indicato per chi si allena perchè si ritroverebbe privo di energie e con muscoli vuoti che non rispondono al pump nel giro di una decina di giorni o anche prima.

    Il secondo metodo è forse il più indicato se vuoi continuare ad allenarti senza ridurre le calorie MA devi aumentare il consumo di energia con quell'ora di attività cardio ogni giorno o a fine allenamento o al mattino lontano dall'allenamento.

    Ciao

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.