Anonimo
Anonimo ha chiesto in Relazioni e famigliaFamiglia · 1 mese fa

Genitori e sensi di colpa aiuto?

Ciao ..non ce la faccio più io sono una ragazza del nord che vive con dei genitori tossici che hanno preferenze ..trattano mia sorella benissimo e picchiano me ogni cosa è colpa mia .

non so più cosa fare e il limite è successo oggi:  ieri ero arrabbiata e ho detto a mia mamma che non ce la facevo più e che volevo andarmene e ho urlato pk  avevo troppa ma troppa rabbia repressa ,si  è arrabbiata con me così anche mio padre e le solite conseguenze.dopo di che di notte vado a bere l'acqua e la sento piangere

..non potete immaginare davvero quanto mi dispiaceva ,non ho dormito e mi sentivo in colpa..molto in colpa..mi fa sentire come se fossi io il problema ..le sto rovinando la vita..ie la sto dsitruggendo così penso , vorrei morire perchè non voglio essere sua figlia perchè lei non è fiera di me di sicuro si aspettava un altra figlia,una figlia modello ,stupenda che si veste bene e molto educata,non ho capito cosa c'è che non andava in me..sono loro che mi hanno ridotto così ...sono sempre quella in basso che viene calcolata solo quando hanno bisogno di me per qualche lavoro.

Non sono felici di niente e sono autoritari , sono felicissimi di tutti i progressi che fa mia sorella mentre i miei non li nota nessuno... dicono che non studio ma io trovo rifugio nello studio e la musica ,passo ore a studiare .Non ne posso più davvero ogni giorno che passa mi sento uno schifo sto rovinando la vita a tutti mi dicono sempre " non ti ho cresciuto per rovinarmi la vita" mi sento uno schif

2 risposte

Classificazione
  • 1 mese fa
    Risposta preferita

    Cara

    Punto 1. Non sei una rovina vite

    e punto 2. Credimi capita a tutti, arrabbiarsi o adirittura avere un giorno no, e´ normale tu non hai colpe, non sai la tenerezza che mi hai fatto leggendo le tue parole, credimi che non e´ affatto come pensi, tutti possiamo sbagliare siamo solo umani e perfavore non direi mai piu´ che non sei all´altezza TU SEI ALL´ ALTEZZA , non ti conosco questo e´ vero ma se c´e una cosa che so e´ che nessuno e´ di meno siamo tutti uguali, dio ci ha dato una testa bellissima ad ognuno di noi, quindi non vedo perche´ tu dovresti essere inferiore a tua sorella, gia´ solo dalla descrizione potrei intuire che tu sia una persona sensibile, di buon cuore e che vuole semplicemente essere amata che cerca affetto dai propri genitori ! Se c´e una cosa che odio sono le preferenze perche´ rendono le sorelle e i fratelli in generale pieni di risentimento, mi dispiace che loro si comportino cosi´, ma penso che se tu gli parlassi e gli dicessi come ti senti senza tenerti tutto dentro ti sentiresti molto meglio credimi tua madre ci tiene molto a te se no non avrebbe pianto per te, lei anche se litigate ti vuole bene solo che alcuni genitori hanno strani atteggiamenti per dimostrare il proprio affetto ai figli alcuni di loro sgridano i figli, altri invece li riempono di coccole e abbracci oppure con le parole ci sono tante forme dell´amore. Non tutti usiamo lo stesso linguaggio e certe volte ci e´ difficile decifrare i sentimenti. Devi pensarla come gli eroglifi gli egiziani usavano segni strani per decifrare parole. Ora pensa a questi segni ai tuoi sentimenti e a come vuoi decifrarli con parole... si lo so e´ difficile esprimersi ma credimi non e´ impossibile. L´unico modo e´ farlo con il cuore. Parla con lei e dille come ti senti, oppure se ti aiuta scrivile una lettera e leggigliela con tutto il tuo cuore con i tuoi pensieri e tutto il tuo amore. Credimi lo apprezzera´

  • Lucia
    Lv 4
    1 mese fa

    :(               

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.