Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureReligione e spiritualità · 2 mesi fa

Perché Filone di Alessandria, ebreo di cultura greca ed ebraica e costante peregrinatore a Gerulalemme non parlò mai di Gesù?

Com'è possibile che un uomo come lui, così colto ed informato di tutto quello che succedeva in Palestina al tempo di Gesù, non ha mai parlato di Gesù? Niente di niente. Sicuri che la leggenda di Gesù non sia nata nei primi secoli dell'era volgare? 

Dei due più importanti ebrei del tempo, Filone e Giuseppe Flavio, uno non ne parla affatto, l'altro sembra parlarne in due righe che però gli storici reputano falsi. 

Ma non è che il cristianesimo non se l'è inventato Paolo che aveva le allucinazioni? 

6 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    2 mesi fa
    Risposta preferita

    Non poteva fare la cronaca storica di quello che non esisteva, come la favola di gesù.

    E' lo stesso motivo per cui la prima testimonianza storica e quasi sicuramente interpolata, si trova in Flavio e solo nel 70dc!!

    La storia cristiana funziona al contrario, più ci si allontana dalle vicende, più spuntano reperti e testimonianze.

    Oggi siamo in un epoca in cui esistono centinaia di reliquie e anche moltissime doppie, molte teste di S.Andrea, numerosi sudari di Gesù, abbiamo pezzi di legno della croce da formarne una da 100 metri e in tutti i tipi di legni possibili, abbiamo la casa della madonna, pezzi di velo, i sandali di gesù, perfino un pannolino di gesù bambino.

    In futuro andando avanti così troveranno lo scheletro di gesù volato in cielo (non domandare, credi), una balla di x2 di barba e capelli, il suo ufficio di falegname, le sue foto e i video.

  • Anonimo
    2 mesi fa

    Del silenzio su Gesù di Filone Alessandrino non se ne parla mai, eppure si tratterebbe di un argomento forte a favore dell'ipotesi che la vita del Cristo abbia avuto un'origine leggendaria.

  • Anonimo
    2 mesi fa

    Perché la storia di Gesù è una leggenda nata da un collage di leggende di cui erano protagonisti varie divinità. 

  • 2 mesi fa

    è talmente evidente! Ma a questi gli caghano in testa e gli dicono che hanno ricevuto l'alcol santo e loro ci credono!

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Nick
    Lv 7
    2 mesi fa

    facile infatti, ma non credo sia opera di Paolo perchè molto dei vangeli è contrario alle idee reazionarie e sessiste di Paolo. d altra parte non è detto che le vicende legate a un eventuale Gesù reale fossero all epoca abbastanza note o ritenute importanti abbastanza da arrivare allo storico o da dover essere tramandate. all epoca di profeti ne trovati a decine in giro, e di ogni tipo... come oggi del resto. 

    O magari invece ne ha scritto, ma i cristiani poi hanno distrutto anche quelle pagine come han fatto con tante altre perchè descrivevano un Gesù non in linea con le gerarchie (vedi gli apocrifi scomparsi)

    facile che la storia abbia avuto origine da qualcuno di reale, e poi modificata e arricchita nel tempo.

  • 2 mesi fa

    Non si sa perché Filone di Alessandria (20 a.C. circa - 45 d.C. circa) non abbia mai parlato né di Gesù né dei suoi seguaci. L'argumentum ex silentio è sempre di difficile interpretazione ed è rischioso avanzare ipotesi per colmare lacune nella narrazione storiografica. Giuseppe Flavio (37 d.C. - 100 d.C. circa) menziona Gesù e i suoi fedeli in due passi delle sue opere, e gli studiosi attualmente ritengono che il "Testimonium Flavianum" sia stato soggetto a interpolazioni di parte cristiana, ma che non sia totalmente spurio.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.