Uno psichiatra ha detto che sono intelligentissimo, ma che faccio esperimenti pericolosissimi con l'io su me stesso, anche a livello mistico?

Quindi mi ha diagnosticato una psicosi dissociativa malgrado sia lucidissimo e consapevole. Mi autodistruggo e mi rovino, ma sapete una cosa, per me questa vita singolare e rara ne vale la pena, una vita comune non fa per me, io sono un guerriero della conoscenza!

7 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 mese fa

    Sei solo un narcisista manipolatore, rigorosamente da tenere alla larga.

  • 1 mese fa

    Grazie per la tua testimonianza... 

  • Buono a sapersi ma non riesco a vedere la domanda.

  • 1 mese fa

    E allora se sei così convinto perché hai bisogno di sentire uno psichiatra e comunicarcelo a noi? Vivi la tua esistenza come meglio credi. Punto.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Vivi la vita nel modo in cui preferisci.

  • Anonimo
    1 mese fa

    quello non è sicuramente nè uno psichiatra nè un laureato, tranne forse al Dams. ma tu sì, confermo che sei da psichiatra, ma uno vero.

  • Anonimo
    1 mese fa

    Guarda che ha ragione. In genere chi si ritiene "un guerriero della conoscenza" cade nell' errore di confondere la sapienza di questo mondo con la sapienza che viene da Dio.

    La vera intelligenza implica anche saggezza, e per essere saggi bisogna stare lontani dal peccato. 

    Autodistruggersi e rovinarsi non è saggio. 

    Se vuoi guarire senza rovinare i tuoi piani di conoscenza sta alla larga dagli psichiatri e leggi la Bibbia, segui quello che dice Gesù "ama Dio con tutto te stesso e ama il prossimo tuo come te stesso". 

    Ti leggo un passo che forse ti farà piacere la Bibbia:

    11 Mi fu rivolta questa parola del Signore: 12 «Figlio dell'uomo, intona un lamento sul principe di Tiro e digli: Così dice il Signore Dio:

    Tu eri un modello di perfezione,

    pieno di sapienza,p

    erfetto in bellezza;

    13 in Eden, giardino di Dio,

    tu eri coperto d'ogni pietra preziosa:

    rubini, topazi, diamanti, crisòliti, ònici

    e diaspri, zaffìri, carbonchi e smeraldi;

    e d'oro era il lavoro dei tuoi castoni e delle tue

    legature,

    preparato nel giorno in cui fosti creato.

    14 Eri come un cherubino ad ali spiegate a difesa;

    io ti posi sul monte santo di Dio

    e camminavi in mezzo a pietre di fuoco.

    15 Perfetto tu eri nella tua condotta,

    da quando sei stato creato,

    finché fu trovata in te l'iniquità.

    16 Crescendo i tuoi commerci

    ti sei riempito di violenza e di peccati;

    io ti ho scacciato dal monte di Dio

    e ti ho fatto perire, cherubino protettore,

    in mezzo alle pietre di fuoco.

    17 Il tuo cuore si era inorgoglito per la tua bellezza,

    la tua saggezza si era corrotta

    a causa del tuo splendore:

    ti ho gettato a terra

    e ti ho posto davanti ai re che ti vedano.

    18 Con la gravità dei tuoi delitti,

    con la disonestà del tuo commercio

    hai profanato i tuoi santuari;

    perciò in mezzo a te ho fatto sprigionare un fuoco

    per divorarti.

    Ti ho ridotto in cenere sulla terra

    sotto gli occhi di quanti ti guardano.

    19 Quanti fra i popoli ti hanno conosciuto

    sono rimasti attoniti per te,

    sei divenuto oggetto di terrore, finito per sempre».

    Il re di Tiro era probabilmente indemoniato e Dio parlava a Satana tramite il re di Tiro, come si vede dal testo. 

    Attenzione a non fare la stessa fine di Satana, che aveva tanta conoscenza ma si riteneva superiore e diventò arrogante. 

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.