La remunerazione a tariffa per le prestazioni sanitarie?

Dal 1992 con la riforma bis (n. 502) nasce la remunerazione a tariffa, ossia le strutture sanitarie (ASL o Azienda Ospedaliere) vengono finanziate/rimborsate dalle prestazioni che si dividono in singole prestazioni (visite ambulatoriali specialistiche, ricoveri ordinari, day hospital) e programmi d'assistenza (per patologie gravi, rare o sperimentali). Gli importi vengono definiti dal Ministero a livello nazionale e dalle Regioni.

La mia domanda è: siccome esiste anche la compartecipazione cittadina (I TICKET SANITARI che noi paghiamo al CUP per le visite), queste sono in realtà le tariffe di cui parlavo sopra o sono due finanziamenti distinti??! 

Le strutture sanitarie vengono finanziate oltreché dalla quota capitaria regionale anche da suddette tariffe assistenziali e specialistiche. Queste tariffe sono in realtà i costi massimi decisi dal Ministero per la definizione di prezzo del ticket? 

Mi sembra di no visto che il ticket è sempre uguale... 

Aggiornamento:

@Avvocato di Answers: ok ma la mia domanda verte su un'altra questione - la remunerazione. Chiedo dunque se le tariffe stabilite a priori corrispondono agli importi dei ticket pagati dai cittadini o sono un altro tipo di finanziamento alle strutture sanitarie. Grazie. 

1 risposta

Classificazione
  • 1 mese fa

    Dipende da regione e regione ognuna ha il suo sistema sanitario nel Lazio funziona come hai detto tu in più fondi dalla regione e dal ministero della Salute ma comunque vsono autonome prima cera il ssn e il ministero della sanità adesso sono ssr e istituiti le ussl poi usl e poi asl poi tutto dipende dalla regione 

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.