Anonimo
Anonimo ha chiesto in Animali da compagniaCani · 1 mese fa

Come faccio a far capire al mio cane che la amo anche se lei mi odia?

Io e il mio cane viviamo insieme da 3 anni. Non so se ha subito qualche trauma o cose simili, ma odia essere coccolata e se ci provo a giocare la vede come una sfida e inizia a ringhiare e abbaiare. Quando torno a casa lei inizia a festeggiare, ma in modo molto strano. Infatti comincia a salirmi addosso piena di gioia, e poi inizia a ringhiarmi e mordermi (ma senza farmi male). In passato ho fatto molti errori, per esempio quando faceva un errore le davo uno schiaffetto, oppure la notte mi alzavo per bere, e visto che lei dorme sempre in cucina, la svegliavo e cominciavo a coccolarla, e lei non aveva neanche la forza di reagire, in quanto voleva solo dormire. Io penso sempre a quando morirà (anche se probabilmente fra molti anni), ho paura che se ne andrà senza sapere il bene che le voglio. Le ho insegnato un sacco di cose, per esempio le ho insegnato a salire e scendere le scale, a sedersi a comando, mangia dopo un countdown... Non le manca niente, esce 4-5 volte al giorno e sta libera senza guinzaglio, mangia cibo molto buono e dorme sul divano con cuscino e coperte. Davvero non capisco. Invece a mia madre la adora, nonostante non l'abbia mai calcolata di striscio. Aiutatemi... voglio solo far capire al mio cane il bene che le voglio.

Aggiornamento:

nur per quanto riguarda il coccolarlo 24h al giorno, era più o meno un anno fa. Adesso se provo a toccarla mezzo secondo, le cose sono due: sta tranquilla, come rassegnata, oppure inizia a mordicchiare. In più, adora le coccole di mia madre alla follia, le uniche volte che la calcola.

1 risposta

Classificazione
  • nur
    Lv 6
    1 mese fa

    Le feste spesso si tramutano, nel momento del massimo eccitamente del cane perchè torni a casa, in mordicchiamenti, piccoli ringhi, manifestazoni eccessive che sfociano in comportamenti che possono essere fastidiosi o esagerati, il primo errore è lasciare che il cane manifesti così la sua gioia per vederti, non è aggressività, è incapacità di autocontrollo. E' la famiglia che deve insegnare al cane ad autocontrollarsi in queste situazioni, solitamente per insegnare al cane a non saltare addosso, mordere le caviglie o afferrare i pantaloni, non saltare per leccare la faccia o mordicchiare le mani etc quando rientriamo a casa, semplicemente lo si ignora. Evita il contatto visivo, non toccarlo, accarezzarlo ne parlargli, solo quando il cane ha smesso le sue manifestazioni esagerate e si è messo tranquillo lo si va a salutare. Ed è una cosa che tutti in famiglia devono fare: se ci fai caso tua madre che è molto più contenuta nelle manifestazoni di affetto col cane, e non le sta sempre addosso come è chiaro che hai sempre fatto tu, viene rispettata, mentre tu no. Impara da tua madre e otterrai un cambiamento immediato in questo genere di atteggiamenti spropositati e fastidiosi.

    Hai riempito il cane di coccole e attenzioni per tre anni continuamente anche quando non ce n'era bisogno: i cani per vivere in modo sereno devono vedere esauriti i loro bisogni principali quindi sopravvivenza (cibo e acqua e cure se sono malati), riparo, poi c'è l' attività fisica quotidiana, l'interazione con la famiglia e le persone, la socializzazione con l'ambiente esterno e i propri simili e via dicendo. Coccole, vezzeggiamenti, vizi, di continuo e per qualsiasi cosa, anche quando non sono desiderati ne "guadagnati" servono solo a renderli indisciplinati, disobbedienti e spesso li portano a fare quel che vogliono perchè da un proprietario che non li guida, non gli dà regole, che passa tutto il tempo a star loro addosso, a molestarli (se il cane dorme, lascialo dormire, chi ti da il diritto di rompergli le sca.tole con coccole che non sono nè richieste nè dovute?? ci credo che non ti sopporta, non lo lasci manco riposare in pace!!!) . I cani ipercoccolati come il tuo non possono ricevere nè una vita stabile nè una disciplina.

    E mettiti in testa che i cani NON SONO LI' PER FARSI COCCOLARE TUTTA LA VITA, NON SONO NOSTRI SCHIAVI, NE' NOSTRI PUPAZZI, NE' I NOSTRI TAPPABUCHI SENTIMENTALI, tu sei convinta che il cane è felice perchè tu esisti e sei li che lo coccoli, bene ti do una notizia: il cane è felice al di là di te, se glielo permetti ed ,udite udite, NON TUTTI I CANI AMANO ESSERE COCCOLATI 24H AL GIORNO. Avete un'idea talmente deformata e idealizzata del cane che pensate che viva solo perchè voi siete li con lui, NON E' VERO, esistono cani che amano il contatto stretto sempre, esistono cani che non lo amano ma lo sopportano ed esistono cani che VOGLIONO I LORO SPAZI, dato che il cane singolo ha una propria personalità ed indole, la tua potrebbe benissimo rientrare fra i cani che non amano particolarmente avere addosso l'essere umano tutta la vita a spupazzarlo e vezzeggiarlo.

    Lasciala in pace una buona volta, falla respirare e vedrai che il rapporto con lei cambierà e migliorerà. Imita tua madre, almeno in parte, nel rapportarti con il tuo cane, e il cane ti ringrazierà.

    Tua madre probabilmente sa quando e come coccolarla, cerca di capire come è il rapporto suo col cane e prendi esempio, tu hai fatto anni a starle addosso sbagliando i momenti e il come, e adesso devi ricostruire. Se è rassegnata alle tue attenzioni, non va ancora bene: il cane NON DEVE ESSERE RASSEGNATO, deve provare piacere a stare con noi e a ricevere le nostre attenzioni, non rassegnazione. Per "mordicchiare" che tintendi? perchè mi sa tanto che tu non sai distinguere un comportamento di avvertimento o di rifiuto da qualcosa di più "normale", una delle mie cagnoline, la più anziana, quando vuole le coccole viene da te, prende coi denti i pantaloni e comincia a mordicchiare la stoffa. Il "mordicchiare" può voler dire tante cose e non è mordere!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.