Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scienze socialiSociologia · 1 mese fa

Perché in una situazione di violenza generale ad essere penalizzata è sempre la "vittima" e non i "molestatori"?

Mi è successo più volte che in diversi contesti diventassi bersaglio fisso di maltrattamenti generali, ma a quel punto chi doveva ristabilire l'ordine (direttori, padroni di convitto...) non adottavano misure riparative nei confronti di chi mi bullizzava (come sarebbe stato corretto), ma proprio nei miei confronti, ad esempio espellendomi. Forse per una questione di convenienza?

1 risposta

Classificazione
  • Anonimo
    1 mese fa
    Risposta preferita

    Perché nessuno vuole stare con i ''deboli''

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.