Salah ha chiesto in Arte e culturaStoria · 1 mese fa

pk nella guerra le vittime principali sono i civili?

2 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 mese fa

    Oggi, per ridurre  il numero  di morti  tra i civili, si utilizzano  i Droni. 

  • ?
    Lv 7
    1 mese fa

    Nelle guerre moderne e contemporanee le vittime principali sono i civili, perché spesso i combattimenti si svolgono in località densamente abitate, casa per casa o strada per strada, fra opposte fazioni, come è avvenuto nella guerra civile in Libia, Libano, Siria, Yemen. Spesso, un esercito decide di bombardare terroristicamente una città per atterrire la popolazione e indebolire il consenso nei confronti del regime che la governa. Questo è il motivo per cui gli Angloamericani hanno bombardato i centri industriali tedeschi, italiani e giapponesi con ordigni esplosivi e incendiari durante la Seconda Guerra Mondiale, anche se il pretesto era quello di distruggere le fabbriche e diminuire la produzione bellica nemica. A volte invece i civili sono utilizzati come scudi umani: per esempio, le postazioni di lancio dei missili di Hamas nella Striscia di Gaza erano collocate nei quartieri residenziali. Ovvio che la risposta militare dell'aviazione e dell'esercito israeliano avrebbe provocato centinaia di morti, ossia, in gergo militare, "danni collaterali". L'aumento esponenziale delle vittime civili nei conflitti è dovuto al fatto che nel Novecento la guerra è diventata totale, cioè mira all'annientamento del nemico, non solo dell'esercito, ma anche delle infrastrutture produttive e viarie, e alla distruzione dei quartieri governativi, amministrativi e residenziali. I droni o velivoli senza pilota riducono, ma non eliminano del tutto, le vittime civili in caso di lancio di un missile aria-terra.  

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.