Il sito di Yahoo Answers verrà chiuso il 4 maggio 2021 (ora della costa est degli USA) e dal 20 aprile 2021 (ora della costa est degli USA) sarà in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altre proprietà o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scuola ed educazioneCompiti · 3 mesi fa

help con la versione?

 Flaviă, ut primum de inopinato Iuliae reditu per ancillas certior fit, laetă occurrens, inter oscula ex filiā quaerit quomodo valeat et num nuntium de Aulo afferat. Eo ipso tempore Demetrius cum Quintillā ex interiore domo in atrium pervenit et, dum soror Iuliae adventu exsultat, medicus Flaviae refert: “Vulnus in paucis diebus sanabitur. Caius aliquamdiu ambulāre non poterit, sed periculum averterunt Quintillae curae. Nescio quae virgo tam herbarum scientiā perită sit quam filiă tuă…”. Postea, discedens, addit: “Mox redibo ut vulnus inspiciam. Valete, dominae!”. Tum Iuliă, omnium rerum ignară, matrem interrogat quid Demetrii verba significāre velint. “Pater ipse tibi omnia narrabit. Veni mecum!”. Cum patris cubiculum ineat, Iuliă Caium videt pallidum in lecto iacēre, laevo pede obligato. “Quid agis, pater?”. “Filiă meă, pater tuus iam senex ineptus factus est! Tabulas ligneas cum vilico secabam ut bubilis tectum reficerem, cum (nescio casu an deorum voluntate) serră mihi de manibus cecidit et pedem graviter vulneravit. Una cum sanguine vitam effluĕre sentiebam, sed vilicus nesciebat quid ageret, servi nesciebant quid agerent, nemo sciebat quid ageret… praeter Quintillam meam, quae sine morā vulnus abluit, medicamento unxit et pedem obligavit ut sanguinem supprimeret”. “Quid mirum est? Constat achilleam, praesertim cum aloe mixtam, optimam esse ut vulnus ad cicatricem perducat” Quintillă docet, stupentibus omnibus.

1 risposta

Classificazione
  • 3 mesi fa
    Risposta preferita

    Flavia, non appena è informata dell'inatteso ritorno di Giulia per mezzo delle ancelle, correndole incontro lieta, tra i baci chiede alla figlia come stia e se porti notizie di Aulo. In quello stesso momento Demetrio con Quintilla giunge nell'atrio dall'interno della casa e, mentre la sorella esulta per l'arrivo di Giulia, il medico riferisce a Flavia: "La ferita guarirà in pochi giorni. Caio non potrà camminare per un po', ma le cure di Quintilla hanno stornato il pericolo. Non so quale ragazza sia tanto esperta nella conoscenza delle erbe quanto tua figlia...". Poi, andandosene, aggiunge: "A breve ritornerò per controllare la ferita. State bene, padrone!". Allora Giulia, ignara di tutto, interroga la madre su cosa vogliano dire le parole di Demetrio. "Tuo padre in persona ti racconterà tutto. Vieni con me!". Quando entra nella stanza da letto del padre, Giulia vede giacere Caio pallido nel letto, col piede sinistro fasciato. "Che fai, padre?". "Figlia mia, tuo padre ormai vecchio è diventato sciocco! Segavo assi di legno col fattore per rifare il tetto della stalla, quando (non so se per caso o per volontà degli dei) la sèga mi è caduta dalle mani e ha ferito gravemente il piede. Sentivo sfuggire via la vita insieme col sangue, ma il fattore non sapeva cosa fare, gli schiavi non sapevano cosa fare, nessuno sapeva cosa fare... eccetto la mia Quintilla, che senza indugio ha lavato la ferita, l'ha unta con un farmaco e ha fasciato il piede per arrestare il sangue". "Cosa c'è di strano? Si sa che l'achillea, specie se mescolata con l'aloe, è ottima per far cicatrizzare una ferita" spiega Quintilla, fra lo stupore di tutti.     

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.