Il sito di Yahoo Answers verrà chiuso il 4 maggio 2021 (ora della costa est degli USA) e dal 20 aprile 2021 (ora della costa est degli USA) sarà in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altre proprietà o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureReligione e spiritualità · 3 mesi fa

Posso recitare questo comportamento-preghiera per Giove così com'è? O ci deve essere una formula di chiusura (come l'amen degli abramiti)?

Ave, tetrasonante Giove.

Grande padre antico dei mondi,

ti invoco, ti prego, rispondi!

Permeami di te in ogni dove. 

Donami furore vitale

dal primo mattino al riposo.

Plasmami in tuono vigoroso,

sfoggio di forza eccezionale. 

Offrimi latte d'amaltea,

la nutrice e sublime capra,

affinché pure a me si apra

la porta d'ogni gloria e idea.

Con immenso amore paterno

ispirami nel mio ingegno

e ripaga tutto l'impegno.

Grato te ne sarò in eterno.

3 risposte

Classificazione
  • Risposta preferita

    Molto bella! Ma ricorda le prescrizioni prima di pregare.

    Ricorda anche il capo coperto, di stare in piedi, l'adoratio quando nomini il Nume, di tenere le palme delle mani dirette al cielo (visto che preghi il Padre degli Dèi e degli Uomini). E comunque concordo con @gly: l'Amen non c'entra nulla con noi.

    @gly: sei sicuro dello sguardo diretto verso l'Olimpo?

    @Anonimo: riporto qui dato che è sparita la tua domanda: i Romani antichi usavano un lembo della toga per velarsi il capo, quindi suppongo si possa usare qualsiasi abito di uso quotidiano (purchè possa coprire la testa) come una maglia o un cappuccio (a proposito di parti coperte, anche i piedi devono essere calzati). Per la Adoratio è un gesto di culto e riverenza che il buon Romano compie ogniqualvolta nomina un Dio durante la preghiera e consiste nel baciarsi il palmo destro e tenderlo "verso il Dio" oppure baciare indice e pollice della mano destra chiusi (come a prendere il bacio) e porgerli "verso il Dio" aprendo le dita poi (come per lasciare andare il bacio). Per il resto ricorda anche che, quando ti rivolgi a più Divinità, di pregare prima di tutto Giano Bifronte!

    Ho preferito fare qualche raccomandazione in più perché io stesso non sapevo queste cose all'inizio e, nel dubbio, ho preferito scrivertele. Spero non dispiaccia.

    @Dimenticavo: posso chiederti il permesso di usarla pure io?

  • gly
    Lv 4
    3 mesi fa

    No. L'amen è cristiano e non c'entra niente con la religione pagana dei romani.

    "amen" è stato preso dai cristiani dalla religione ebraica e non è una parola latina.

    IMPORTANTE: Non ti fare il segno della croce e in ti inginocchiare. Sono cose da cristiani.

    Se vuoi pregare come i pagani devi stare in piedi con le mani protese in avanti e guardare il cielo in direzione dell'Olimpo.

    Si. Sono sicura. Gli dei venivano dall'Olimpo. Siccome non c'è un tempio in cui pregare bisogna accontentarsi del cielo e dell'Olimpo.

  • Anonimo
    3 mesi fa

    L'amen lo metterei ugualmente in chiusura, suona bene.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.