Il sito di Yahoo Answers verrà chiuso il 4 maggio 2021 (ora della costa est degli USA) e dal 20 aprile 2021 (ora della costa est degli USA) sarà in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altre proprietà o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scienze socialiStudi di genere · 2 mesi fa

Secondo te chi fa del male lo fa per ignoranza o per scelta?

Secondo me chi fa del male senza un evidente motivo è malato e quindi un motivo di fondo c’è.

Abbiamo solo due casi di persone che fanno del male e in entrambi non è una scelta.

Chi fa del male lo fa per qualche motivo, o per qualche malattia.

Anche se il primo caso potrebbe sembrare una scelta, in realtà non lo è, potrebbe essere obbligato da altre persone o da una società che lo costringe a fare certe cose per sopravvivere. Il secondo caso si spiega da solo, una persona con problemi mentali non può rispondere delle proprie azioni e dunque non può essere una scelta. Queste persone di solito sono state abusate da bambini o hanno fatto uso di droghe. Non si può nemmeno incolpare i genitori, perché probabilmente hanno subito a loro volta degli abusi o hanno fatto uso di sostanze stupefacenti e così via.

Si potrebbe incolpare le persone che producono le droghe, ma così ci ritroveremo a incolpare delle persone del caso 1.

4 risposte

Classificazione
  • Chiara
    Lv 7
    2 mesi fa
    Risposta preferita

    secondo me è da ignorante (nel senso che si ignora, nessuna offesa per carità) porre questa domanda. 

    il bene e il male sono convenzioni umane che non hanno senso in natura.

    in natura "bene" è ciò che aumenta le probabilità di sopravvivenza, "male" è ciò che le diminuisce.

    se ogni tanto io rubo un toner dal posto di lavoro è un vantaggio per me perché è facile e nessuno se ne accorge, se tutti lo rubano se ne accorgono, prendono provvedimenti e la cosa diventa svantaggiosa.

    vendere droga in italia è vantaggioso solo per chi ha poca capacità analitica perché nel lungo termine porta a seri guai con la giustizia, chi lo fa è semplicemente ignorante.

    il contadino afgano che coltiva papaveri da oppio ha un grande vantaggio rispetto ai raccolti tradizionali con rischi pressoché inesistenti, di fatto le sue probabilità di sopravvivenza vengono aumentate di moltissimo, lui fa solo del bene a sé stesso. 

    ma queste sono solo riflessioni, non ho verità in tasca.

  • 2 mesi fa

    Non concordo con te su alcuni punti. 

    Drogarsi infatti e una scelta non per forza dovuta ad una malattia. Certo, molto spesso e una situazione di disagio che porta all'abuso ma non e una giustificazione. Inoltre le "societa" che costringono a fare del male sono comunque gestite da persone. Queste persone o sono a loro volta malate e quindi di fatto poco colpevoli...( ma allora come hanno costriuto il loro impero senza che crolli se son tutti malati mentali?) 

    O forse scelgono il male...solo che lo fanno compiere ad altri! 

  • 2 mesi fa

    Lo fa per stupidità. Il male è correlato alla stupidità. 

    Se fosse da ricondurre alla patologia, dovremmo andare all'etimologia del termine, che deriva dal greco "pathos" che vuol dire soffrire.

    Perciò, forse, il male lo si fa anche perché in qualche modo si soffre.  

  • 2 mesi fa

    per scelta sicuramente perché la sua mente frulla

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.