Cosa? Perché? Trovo veramente ridicoli quanti puntano il dito contro i servizi privati Usa?

"Negli Usa ti lasciano morireheh". Madre de Dios.

Ditemi: perché io dovrei pagare le tue cure, la tua scuola, le tue strade? Cioè, non è una cosa logica, il socialismo non è logico, non si accorda istintivamente con i diritti naturali. Sono cose tue, che riguardano te, perché diavolo dovrei pagare la scuola a tuo figlio se io non ho voluto figli proprio per risparmiare? E perché dovrei pagarti la scuola ma non - per esempio - la cena? Non mi pare che il cibo sia umanamente una necessità da poco: dovremmo rendere pubblico anche il cibo, magari aumentando le tasse di un altro 30 percento?

Ciò che non si capisce è per quale ragione io dovrei insomma pagarti la vita, che sia 'istruzione', 'sanità', 'monopattini elettrici', 'cibo' e via dicendo. Non è logico pagare per un servizio che non usi. Non è logico pagare qualcosa che non è tuo.

Sarebbe logico se, dopo tanto lavoro, io avessi un sacchetto di grano, e se il sindaco della mia città mettesse in fila gli altri cittadini davanti alla mia porta affinché ciascuno di loro possa prendersene una parte, fino a quando il mio sacchetto non fosse più che dimezzato? Chiedo perché è esattamente questo il welfare state all'europea, sono queste le tasse progressive. Se prendessero per legge il vostro piccolo sacchetto di grano, che avete messo insieme con tanta fatica, e lo redistribuissero a degli sconosciuti, la trovereste una cosa sensata, naturale, istintivamente giusta, oppure no?

Grazie

14 risposte

Classificazione
  • Tip
    Lv 5
    2 sett fa

    Se vuoi vivere in una società allora ti devi curare dei bisogni di tutti, altrimenti non vivere in una società.

    Fai l'esempio che tu non vuoi i figli e quindi perchè dovresti pagare la scuola? 

    Perchè questi bambini che crescono e avranno un'istruzione domani lavoreranno, anche per te. Qualcuno dovrà pagare l'istruzione a questi bambini, e se il ragionamento fosse "Ognuno paga da sè" allora finiremmo come nel passato. I poveri non possono permettersi di pagare l'istruzione e quindi restano indietro. 

    Io non so da che estrazione sociale tu venga, ma mettiamo caso che tu sia di famiglia povera, come ti saresti istruito se lo stato non avesse provveduto alla tua istruzione?

    Senza contare che la vita non è tutta piana, ci sono sali e scendi. 

    Ma poi ancora un'altro aspetto: se le persone sono povere, non possono pagare diventeranno dei criminali, e verranno a rompere le scatole a te.

     

    Se tu non sei d'accordo con tutto questo, vai in campagna, ti recludi e vivi con il lavoro tuo e solo tuo. 

  • Anonimo
    2 sett fa

    Posto che è sempre sbagliato ragionare in termini di buono-cattivo (io non punto certo il dito contro gli USA, si tratta semplicemente di politiche diverse) è giusto ricordare un paio di cose.

    1) Se sei molto povero ti viene pagato anche il cibo in Italia. Ovviamente sarebbe complicato gestirlo tramite tasse per tutti vista la varietà di consumazione, ma sai benissimo che questi aiuti ci sono.

    2) È tutto un circolo: tu paghi la scuola anche per i bambini che magari non avrai mai (le ragioni sono tue personali), e loro da adulti pagheranno la tua pensione anche se tu non hai messo al mondo nessuna creatura in grado di pagare le pensioni e non ti sei mai speso per crescerli e gestirli.

    3) Tutti potremmo avere bisogno: se un giorno ti troverai al verde e necessiterai di una cura,questa ti verrà data senza chiederti nulla, e magari sarà stata pagata da chi non si ammalerà mai.. 

    4) Il socialismo sarebbe perfettamente logico, si mette tutti qualcosa sul piatto delle necessità per assicurarsi che non manchi nulla quando servirà, potendo impiegare a modo proprio il resto. Quello che non è logico è adoprare i soldi dei contribuenti in banchi a rotelle, reddito di cittadinanza, pensioni d'oro, auto blu, guardie forestali che ce ne sono di più in Calabria che in tutto il Canada, monopattini elettrici, leggi 104 fasulle. 

    5) Capisco che probabilmente sei ironico, ma volevo dirlo

    6) Ovviamente non c'è solo l'aspetto logico, ma quello etico..

    Aggiungo: concordo con la tua riflessione sulla flat fax: anche perché una medesima percentuale su redditi diversi corrisponde già a soldi molto diversi

  • Anonimo
    1 sett fa

    Sei un vecchio rompicojoni ebreo che deve solo morire

  • 2 sett fa

    Hai mai pensato di scrivere un libro? L' ultraliberismo che propugni ha già fallito nel dopoguerra.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 2 sett fa

    Forse perchè tu ragioni pensando al tuo centimetro quadro illudendoti che vivi ggrazie ad esso....tu benefici di ciò che usufruisci della collettività, se tu usi un computer, è perchè vi sono persone che sono andate a scuola, hanno studiato, si sono immesse nel ciclo produttivo e ti hanno dato la possibilità nel poter avere un computer, sviluppare software, inventare la connessione wi-fi,, e questo in tutte le cose

    La scuola che paghi, ti permette di avere tutti i benefici che hai adesso, dato che, vivi in una società in cui sei STRETTAMENTE DIPENDENTE.Forse non ti rendi conto, che se tu vivessi da solo, senza un circuito sociale moriresti il giorno dopo perchè di sicuro non sapresti costruirti da solo una casa, creare tutti gli impianti, e costruirti una stufa per non morire di freddoSe uno ragionasse da pollo come te, se ti venissero i ladri in casa dovrebbero lasciarti morire, perchè è grazie alle tasse che hai un servizio di polizia che ti tutela e una magistratura che ti permette di ottenere il risarcimento dei danniImmagina se tutti ragionassero come te non avresti neanche le scarpe per camminare, dato che, non saresti capace a costruirtele e non potresti camminare per strada a piedi nudiSe vuoi vivere nell'isolazionismo, vai a vivere in un isola da solo e vedi quanto riesci a campare

    @Maymon, e chi non si può permettere la polizia privata cosa fa? ah, ho capito...muore...questa è la soluzione di voi liberal-materialisti

  • Anonimo
    1 sett fa

    ∞ V ∞

    puoi sempre trasferirti in un paradiso fiscale, dove se hai bisogno di istruzione, cure ecc te le paghi da te. Se poi la tua azienda fallisce, o se vieni licenziato, e non hai protezione di alcun genere, puoi sempre riflettere sulle idee che hai esposto in questo post. Solo allora capirai quanto c'e' di sbagliato nel ragionare in tale modo. La nostra sanità ad es. è invidiata in USA e in altre parti del mondo, ma questo è possibile solo se è lo Stato a occuparsene e attraverso i contributi che i cittadini periodicamente versano. 

  • Anonimo
    2 sett fa

    Ma io dico, San Vespasiano Benedetto in carrozzella, perché devi scendere dal generale al particolare? Hai già avuto le tue risposte, se preferisci le hai trovate, ma ti rifiuti di assimilarle. Quando ti ho punzecchiato suggerendoti di "presentarti più preparato nei campi in cui desideri addentrarti", sei diligentemente andato a leggerti bene la Costituzione e, bravo come sei, hai trovato presto la chiave del problema: il principio di solidarietà, che legittimamente (parole tue) "hai in odio", in virtù del fatto che legittimamente ti dichiari "egoista". 

    La Destra è questa, tirate le somme: egoismo. Ma anche egotismo, autoreferenzialità. L'illusione di bastare a sé stessi.

    Perdonami una piccola digressione, è funzionale. Quando scrivo "sé stessi", con l'accento acuto sul "sé", lo faccio a ragion veduta, sulla base di un sensatissimo ragionamento logico-linguistico

    (cfr. qui

    https://dizionari.corriere.it/dizionario-si-dice/S...

    per maggiori dettagli),

    vale a dire che RIFIUTO di negare l'evidenza della sensatezza del ragionamento linkato solo perché mi conviene, e/o perché me l'ha detto qualcuno al quale altri non hanno le palle di dire NO, stai dicendo puttаnаte.

    Fuor di metafora, quando qualcuno ti ha insegnato che bisogna tenersi il frutto del proprio lavoro perché, semplicemente, è "proprio", ti ha detto il falso. Ha omesso di parlarti della buona fortuna di nascere in un contesto che ti permette di partire dal traguardo di qualcun altro. E che il traguardo di qualcun altro non è un tuo merito, che non puoi arrogartelo, che nove volte su dieci è il risultato della fruizione di un sistema iniquo.

    Vedi, se credi che siano "comunisti" quelli che minacciano tasse di successione, devi sapere che io abolirei (e lo farò, se ne avrò occasione) il concetto stesso di successione. Vi piace la proprietà privata? Transeat, ma guadagnatevela. Troppo facile fare gli splendidi col culο coperto ex ante. Tenetevi tutto quello che riuscite a produrre, niente tasse. E poiché tutto quello che avrete vi serve non oltre il tempo della vostra vita, l'unico successore possibile sia lo Stato. Immagina il concetto applicato su scala Globale, senza limitazioni nazionali. Reset ad ogni funerale, e chiunque nasca crescerà a spese dello Stato, al fine di imporre a chiunque le medesime opportunità di partenza e poter finalmente vedere chi davvero "vale" di più.

    Non sarò disonesto: della buona fortuna di cui parlavo, tu non sei colpevole. Ma nemmeno meritevole, e questo lo dimenticano tutti. Un correttivo ci vuole.

    Non mi stancherò mai di ripeterti che sono davvero un ammiratore della tua preparazione, della tua penna, della tua intelligenza. Non è una vile captatio benevolentiae, sono sincero. I tuoi ragionamenti, oltre che splendidamente esposti, sono perfetti. Ma soffrono di premesse erronee e inevitabilmente, benché correttamente svolti, producono risultati sbagliati. In informatica, questo principio è noto come G.I.G.O. (garbage in, garbage out). Non dico certo che sia disonesto tu, non avresti ammesso il tuo egoismo e il tuo odio per il principio di solidarietà. Però sei ugualmente in errore. Se hai quello che hai, è perché sei nato laddove altri hanno tolto a chi è rimasto senza nulla, affinché tu fossi più benestante. Ma sono cicli: un'onda, per quanto alta, dovrà pure abbassarsi.

    Nel merito: esistono già tasse "flat", e sono appunto le più inique, l'esatto contrario di quanto sostieni. Il surplus sul prezzo netto della benzina è "uguale per tutti", nella forma. Ma nella sostanza, vorresti raccontarmi che ha lo stesso impatto sul milionario e sul dipendente da 1100 euro che deve andare al lavoro in auto? Raccontamelo, non ti ascolterò.

    Alla fine, dovrai pur capire (non dico ammettere: capire) che l'egoismo è un tratto della TUA indole, non la regola. Che andare al mare mentre muore l'amato nonno è un tratto della TUA famiglia, non della gente. Che se riesci a conquistarti un territorio e difenderlo puoi anche fare il legislatore, ma finché vivi in una società non puoi asserire che l'individualismo sia qualcosa di difendibile, sarà anche una parte della natura umana, ma la parte da rigettare, e te lo dice un misantropo con tendenze genocide temperate dall'onestà di saper riconoscere lo stato dei fatti.

    Quanto affermi va quindi così corretto: le tasse progressive si basano tanto sul concetto dell'uguaglianza umana quanto su quello di giustizia sociale. Sono la doverosa riparazione di una forma di 'torto' e provano a sistemare una situazione pregressa, punendo chi ha fruito, anche inconsapevolmente, di un sistema iniquo e avvantaggiando chi di quel sistema iniquo è stato vittima. Le tasse "flat" sono discriminatorie, sono arbitrarie, sono totalitarie e comunque disoneste per definizione.

    So che non è "conveniente" ammettere queste cose. Io stesso sono nato alquanto benestante, e ne sento tanto più il peso quanto più sono consapevole dell'iniquità del mio vantaggio. Ti voglio dalla mia parte, per questo non ti rispondo in chiaro, so di irritarti, ma è un piccolo prezzo rispetto all'immensa risorsa che saresti, correttamente implementato.

  • 2 sett fa

    Una flat tax assolutamente minima sarebbe l'unica forma di tassazione capace di raggiungere una vera uguaglianza umana. Cosa c'è di più 'uguale' di una tassa uguale per tutti? Le tasse progressive non si basano sul concetto dell'uguaglianza umana, ma sul concetto della giustizia sociale, della riparazione di una forma di 'torto', provano a sistemare una situazione pregressa punendo alcuni e avvantaggiando altri. Sono discriminatorie, sono arbitrarie, sono totalitarie.

  • Paolo
    Lv 7
    1 sett fa

     E CON QUESTO.....??????? OGNUNO HA IL CHE GOVERNO CHE SI E' DATO, ANCHE SE QUESTO MODO DI PENSARE IN ITALIA NON E' VALIDO.......!!!!!

  • Anonimo
    1 sett fa

    Tu sei l'esempio dell'egoismo umano. Vergognati.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.