Il sito di Yahoo Answers verrà chiuso il 4 maggio 2021 (ora della costa est degli USA) e dal 20 aprile 2021 (ora della costa est degli USA) sarà in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altre proprietà o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scienze socialiPsicologia · 2 mesi fa

Voi siete contenti della vostra vita ?

Aggiornamento:

Io no e anche se sto cercando di cambiarla in meglio, non vedo miglioramenti 😒

28 risposte

Classificazione
  • 2 mesi fa
    Risposta preferita

    No per niente proprio

  • Anonimo
    2 mesi fa

    Certo. Assolutamente. Ho terminato una relazione tossica che mi stava distruggendo, ed ora mi sento rinata

  • Anonimo
    2 mesi fa

    Da una parte si..da in altra no..cioè le cose che posso controllare io si ma altre cose che non dipendono da me no...posso fidarmi solo di me stessa..e non mi sento di poter contare su gli altri purtroppo 

  • ?
    Lv 7
    2 mesi fa

    La mia vita mi piace, ma negli ultimi tempi sto vivendo una sorta di pseudo crisi interiore. È come se ci fosse uno squarcio e io mi affannassi a ricucirlo, ma il filo puntualmente si strappa e io devo ricominciare daccapo. Solo quando riuscirò a fare il nodo potrò sentirmi meglio.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 2 mesi fa

    No io sento di star vivendo troppe poche cose 

  • 2 mesi fa

    Insomma. Più no che si. Forse la causa della scontentezza è anche il periodo in cui viviamo.

  • 2 mesi fa

    facendo un bilancio alla mia età tutto sommato sono abbastanza soddisfatta, forse sogno altre cose, ma mi so accontentare.

  • 2 mesi fa

    NO NON SIAMO CONTENTI PERCHÉ CI MANCA TUTTO NELLA VITA SOPRATTUTTO NON VIVIAMO LA VITA

  • Anonimo
    2 mesi fa

    Non tanto, ma guardando le altre persone non credo che facciano una vita migliore della mia, anzi... 

    Credo che la vita sia una lotta per tutti, dal momento in cui nasciamo fino a quando moriamo. Nessuno ne è esente. Penso che anche le persone apparentemente più felici e realizzate, nell'intimo del proprio cuore, siano costantemente in conflitto: con sé stessi, con la società, con i propri familiari, con il datore di lavoro o con i colleghi, con le altre persone in generale; tutti, dal primo all'ultimo uomo, abbiamo dei "lati oscuri" con cui perennemente combattiamo. Traumi del passato, situazioni irrisolte, rimpianti; chi afferma di non averne, mente spudoratamente.

    Credo che non bisogna farsi alcun tipo di aspettativa: bisogna senza dubbio fare qualche progetto nella propria vita, ma nessuno può sapere con certezza cosa accadrà, se domani al levar del sole ci sveglieremo o meno, se riusciremo a fare tutto quello ci siamo prefissati. Penso sia più saggio accontentarsi, fare un passo alla volta, vivendo giorno dopo giorno. La nostra vita è effimera, non dobbiamo fare altro che spendere il tempo che abbiamo al meglio delle nostre possibilità. La felicità che immaginiamo è qualcosa che deve nascere da sola, compiendo ciò per cui siamo stati creati. Ad ognuno la missione di scoprire come realizzarsi.

  • Anonimo
    2 mesi fa

    Invece di dare la colpa solo al covid provate a dare la colpa alle vostre paure e vincetele.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.