Il sito di Yahoo Answers verrà chiuso il 4 maggio 2021 (ora della costa est degli USA) e dal 20 aprile 2021 (ora della costa est degli USA) sarà in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altre proprietà o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

Candi ha chiesto in Politica e governoEsercito · 2 mesi fa

Perché durante l’addestramento militare gli istruttori possono liberamente esprimere la propria rabbia?

Cioè è un controsenso, il militare per definizione deve essere imperturbabile, avulso da qualunque emozione, che sia di gioia oppure di rabbia, eppure durante l’addestramento agli istruttori è concesso esprimere rabbia a volte anche feroce verso le reclute. Perché? 

Manifestando rabbia, collera o qualunque altra emozione l’istruttore si mostra volubile e quindi non adatto alla vita militare. 

Aggiornamento:

Miciosoft quello che dici dovrebbe essere la regola ma chi conosce bene il mondo militare specie quello della scuola di formazione sa bene che spesso gli istruttori oltrepassano certi limiti, a volte anche ingiuriando e ahimè qualche volta anche percuotendo.

Aggiornamento 2:

Miciosoft, se non hai testimoni dalla tua parte che sono disposti a testimoniare puoi metterti a rapporto anche dal Presidente della Repubblica, la ragione purtroppo ce l’avrà sempre l’istruttore.

Quindi il singolo nella maggior parte dei casi può fare poco perché nessuno tra i suoi compagni vuole perdere il corso e mettersi in cattiva luce con gli altri istruttori. Se conosci bene il mondo militare credo che tu sappia di cosa io stia parlando...

Aggiornamento 3:

Miciosoft, facile parlare quando hai 30 anni di servizio, conosci a memoria i tuoi diritti ed i tuoi doveri, molto più complicato quando sei una recluta ed hai poche settimane di esperienza.

7 risposte

Classificazione
  • 2 mesi fa

    Gli istruttori hanno il compito di addestrare il personale sottoposto, anche mettendoli sotto stress per addestrarli ad operare in ogni condizione... ciò non significa che possono scaricare rabbia, insultare, aggredire, vessare o qualsiasi altra cosa che non abbia finalità istituzione o sia prevista da un regolamento o procedura.

    Qualsiasi comportamento vessatorio, ingiurioso o di prevaricazione è sanzionato disciplinarmente se non penalmente, a prescindere dal grado... anzi, la condizione di anzianità o di grado superiore è una aggravante nel codice penale militare.

    Sarei curioso di sapere da dove scaturisce il tuo pensiero, se da fatti personali o dalla distorsione mediatica della TV.

    -----

    Edit: conoscendo bene il mondo militare, ti posso ben assicurare che negli ultimi venti anni si è rivoluzionato il modo di pensare, la qualità del personale reclutato e soprattutto si sono perseguiti penalmente coloro che approfittavano di situazioni fumose o di scarso controllo.

    C'è una sensibilizzazione continua su questo argomento e coloro che ora sgarrano lo fanno a loro rischio e pericolo.

    Ciò non significa che non ci siano situazioni di degrado, purtroppo alcuni comportamenti limite sono insiti in alcuni individui con scarso equilibrio mentale, ma sicuramente l'Istituzione non le tollera...capisco che è difficile, ma sta anche a chi subisce non accettare queste situazione in modo passivo ma reagire chiedendo rapporto ai propri superiori e denunciare.

    --------

    Edit 2: conosco molto bene il mondo militare dato che sono quasi 30 anni che ne faccio parte, e proprio per questo che ti posso assicurare che tu stai parlando di omertà, paura e reticenza, qualità ben lontane da chi dovrebbe indossare una uniforme.

    Personalmente ho sempre denunciato, non solo per pratiche scorrette verso di me ma anche verso altri... nessuno ha mai pensato di farmi le scarpe o rovinarmi la carriera, poi ognuno è libero di vivere da frustrato e se non intende denunciare non dovrebbe nemmeno lamentarsi.

    -----

    Edit 3: Assolutamente no! Io i diritti ed i doveri li ho studiati da quando sono entrato nelle Forze armate e mi sono sempre fatto valere quando avevo ragione o quando qualcuno la faceva fuori dal vasetto, con tutti i rischi che ciò ha comportato e che mi sono assunto consapevolmente.

    Chi non studia vive nell'ignoranza, chi vive nell'ignoranza ha paura di sbagliare, chi ha paura di sbagliare non rischia e chi non rischia sarà sempre un gregario privo di personalità, coraggio e dignità, non sarà mai un leader ma solo un pericolo per la società, in balia di qualsiasi ordine gli venga imposto anche contro legge.

    Sono in questo forum da anni per insegnare diritti e doveri, e ho aiutato negli anni tantissime persone e di sicuro non coprendomi dietro gradi o anzianità, perché non servono a nulla se l'unica cosa che hai imparato nella vita è stare zitto e subire.

    Il fatto che io ora sono nella condizione di superiorità, non fa altro che confermare che ho sempre agito nel giusto e che il rispetto delle regole paga sempre.

    Una cosa però è importante nella vita, che prima di accampare diritti bisogna assicurarsi di aver compreso e rispettato i propri doveri.

  • 2 mesi fa

    Sono stato qualche anno nell'Esercito (Arma Trasmissioni), e durante l'addestramento nei primi mesi, mi ricordo solo che gli istruttori erano severi, ma non vessatori e nemmeno sfogavano la loro rabbia.

    Quoto quanto scritto da Miciosoft

    Fonte/i: 2002/2004 Arma Trasmissioni Esercito Italiano, iscritto nell'Associazione Nazionale Genieri e Trasmettitori d'Italia sez. di Roma
  • 2 mesi fa

    Forse hai visto troppi film americani....

  • ?
    Lv 6
    2 sett fa

    nn sarai mai eternamente senza casa ed eternamente senza soldi 

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Nick
    Lv 7
    2 mesi fa

    ci sono infatti quelli professionali, e ce ne son oalcuni no. lo steso vale per ogni professione, ma soprattuto per gli statali

  • Anonimo
    2 mesi fa

    Perché sono cocainomani

  • 2 mesi fa

    Assomiglia a rabbia.  In realtà sono bulli frustrati che avendo uno schifo di grado mostrano il loro potere vessando le reclute.  Non è rabbia, anche se sembra, è l'ego smisurato di gregari di poco conto.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.