Il sito di Yahoo Answers verrà chiuso il 4 maggio 2021 (ora della costa est degli USA) e dal 20 aprile 2021 (ora della costa est degli USA) sarà in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altre proprietà o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

Anonimo
Anonimo ha chiesto in Politica e governoPolitica e governo - Altro · 2 mesi fa

Sono giovane e ho appena preso la triennale: dovrei andare all'estero a fare la magistrale per andar via da questo marcio paese?

Intendo, dato il periodo storico.

Dato che comunque l'ultimo anno di università me lo sono fatto davanti a un pc, e così sarebbe per, secondo me, un anno e mezzo ancora almeno.

Non so, io in questo paese non sto per niente bene, mi sono reso conto che la gente non vuole svegliarsi e quindi il paese finirà malissimo, e questo mi scoraggia.

Che dovrei fare?

Dove dovrei andare?

17 risposte

Classificazione
  • 2 mesi fa
    Risposta preferita

    In qualche Paese di lingua anglosassone, se vuoi trarre profitto dalla tua laurea. Pero' saremo in troppi a voler andarcene dall'Italia, una volta che ce lo concederanno.

  • Anonimo
    2 mesi fa

    Il paese è così "marcio" che qui ti puoi prendere una laurea, mentre altrove ti servono cifre che si aggirano sui 40-60 mila euro e più, e parlo solo di tasse universitarie. Oltre questo, se studi fuori devi aggiungere altre spese. A carico tuo ci sono i costi di viaggio, costi per l'affitto di una stanza, costi per il mangiare, costi per i mezzi di trasporto casa-univ, costi per il materiale didattico, nonché varie ed eventuali (es. spese mediche, dogana se devi ricevere pacco dall'Italia ecc). Inoltre immagino che tu conosca anche le lingue straniere a menadito. Quindi, a meno che tu non sia uno studente poliglotta e ricco di famiglia e possa permetterti di andare a studiare all'estero, in UK, USA o altrove, ti suggerisco di prendere la seconda laurea (biennio o specializzazione) o concludere la magistrale qui in Italia, dove potrai risparmiare un sacco di soldi, e poi magari vai all'estero per breve tempo, giusto per fare qualche master. Tieni conto che la nostra università offre ciò che offrono altre nazioni ma a prezzo più competitivo. Inoltre medici, ingegneri, architetti, biologi ecc che hanno studiato da noi, non sono culturalmente inferiori o meno preparati di chi ha studiato all'estero. Anzi, proprio perchè qui gli esami non si fanno a crocette come in molti altri paesi, talvolta sono persino più competenti.   

  • Vai a londra è bellissima...non ti rompe le palle nessuno e sono civili

  • 2 mesi fa

    vai via finche sei in tempo qui pagano poco i laureati

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Staarr
    Lv 5
    2 mesi fa

    Questa situazione che stiamo vivendo ha tanti difetti, ma t dà il tempo di pensare 💭 

  • Paolo
    Lv 7
    2 mesi fa

    TU HAI CAPITO TUTTO DI QUESTO PAESE. VATTENE IL PIU' PRESTO POSSIBILE...........!!!!!!!!!!

  • Masino
    Lv 7
    2 mesi fa

    Cosa aspetti?        

  • 2 mesi fa

    Ho intenzione di fare la stessa cosa è mi manca un anno. 

    Potremmo parlarne in privato se vuoi

  • Anonimo
    2 mesi fa

    Povero illuso. Sono partita a 19 anni. Sono stata un anno fuori, al rientro in italia ho iniziato l'università ed è subentrato il virus. Esperienza fatta in gran Bretagna. Per carità, meravigliosa, la cosa più bella, multiculturalità, gente nuova, nuove esperienze, ma non ti credere sia facile costruirsi una vita e trovare lavoro. Non ti credere di arrivare e trovare tutti ai tuoi piedi. Ogni angolo è pieno di gente peggio di noi e meglio di noi. Sarà difficile trovare lavoro, i capi che trattano di merd ci sono anche lì, e anche quelli che chiedono straordinari senza voler pagare extra. Così come la gente maleducata e irrispettosa. Così come le giornate no. E se proprio vuoi saperlo, no, l'Italia non è un paese marcio. L'Italia è un paese meraviglioso, abbiamo il miglior cibo, il mare, l'allegria, il sole, l'Italia è appunto casa. Perché noi ci siamo cresciuti e nati. Così come per un britannico che vive in Italia, la gran Bretagna resterà pur sempre casa e avrà un posto privilegiato nel cuore. Ogni posto avrà un posto nel nostro cuore, ma casa è sempre casa. Quando penso ai colori, al cibo, al calore, il mio cuore è qui. Quando penso a Roma, ai nostri monumenti, al tricolore, questa è casa. Il marcio è ovunque. E non è comunque bello parlare definendo marcio il tuo paese, anche perché ricorda che l'Italia non è un entità a parte con un anima propria che decide per sé. Siamo noi l'Italia, ed i problemi che vi preesistono sono anche colpa nostra, è estremamente facile e meschino dire semplicemente '' paese marcio '' ed estranearsi dal tutto. Ma tanto ormai  lo fate tutti, va molto di moda dire che l'Italia fa schifo e continuare a criticarla. 

    Vai pure fuori, noterai tu stesso. 

  • F
    Lv 4
    2 mesi fa

    L'erba del vicino è sempre più verde. Ti sei mai chiesto x ci sono così tanti immigrati in Italia, se da noi si sta così male? Non credere a quelli che se ne sono andati e ti dicono che all'estero è una pacchia. Disse la volpe dell'uva, "in fondo è acerba". Se hai lasciato il tuo paese per fare il cameriere a Londra, l'unico modo che hai per salvare la faccia con amici e parenti è raccontare che la si sta una favola e l'italia è una mer*a. Il punto è che se sei uno in gamba avrai successo anche in Italia, e viceversa se sei incapace all'estero ti andrà comunque male

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.