Il sito di Yahoo Answers verrà chiuso il 4 maggio 2021 (ora della costa est degli USA) e dal 20 aprile 2021 (ora della costa est degli USA) sarà in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altre proprietà o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

John ha chiesto in Arte e culturaStoria · 2 mesi fa

Aiuto in storia velocemente per favore?

1. Perché Pompeo, Crasso e Cesare formarono il primo triumvirato?

2. Quali furono i rapporti di Cesare e Augusto con il senato?

3. Quali erano gli obiettivi di Augusto e come riuscì a perseguirli?

4. Quale fu l’errore commesso da Cesare?

5. Come, sia Cesare che Augusto, si occuparono della successione?

1 risposta

Classificazione
  • 2 mesi fa

    1. Perché Pompeo, Crasso e Cesare formarono il primo triumvirato? Pompeo, Crasso e Cesare formarono il primo triumvirato per conseguire i loro obiettivi politici. Pompeo intendeva ottenere il riconoscimento dell'assetto politico istituzionale che aveva dato ai regni ellenistici del Vicino Oriente, e l'assegnazione di terre ai veterani; Cesare voleva essere eletto console e poi proconsole, Crasso desiderava accrescere la propria popolarità.   

    2. Quali furono i rapporti di Cesare e Augusto con il senato? I rapporti di Cesare e di Augusto con il Senato furono piuttosto freddi. Cesare fu dichiarato hostis publicus dal Senato nel 49 a.C., subito dopo la conquista della Gallia, allorché propose la propria candidatura al consolato e questa fu respinta. L'atteggiamento duro e intransigente del Senato, che pretendeva la smobilitazione delle legioni di Cesare, indusse quest'ultimo ad attraversare il Rubicone e a dichiarare, di fatto, la guerra civile. Cesare aumentò il numero dei senatori da 600 a 900, un atto che fu visto come un'ulteriore lesione (o vulnus) dell'autorità di quell'augusto consesso. Augusto formalmente rispettò le prerogative del Senato, ma non si fidò mai dei senatori e si circondò di una guardia del corpo, i pretoriani. Lo stesso Augusto dovette sventare congiure tramate da senatori contro di lui per ucciderlo.    3. Quali erano gli obiettivi di Augusto e come riuscì a perseguirli? Gli obiettivi di Augusto erano: conseguire e mantenere il potere assoluto a Roma, ed espandere i possedimenti dell'imperium populi Romani. Egli riuscì a raggiungerli con grande spregiudicatezza, dapprima alleandosi col Senato contro Marco Antonio, poi alleandosi con quest'ultimo contro i cesaricidi, infine pretendendo un giuramento di fedeltà alla sua persona da parte delle province e di tutti i cittadini romani prima di dichiarare guerra a Cleopatra, regina d'Egitto, e a Marco Antonio. Una volta sconfitti i due amanti, Ottaviano si fece conferire vari titoli (Augusto, Padre della Patria, princeps eccetera) e poteri eccezionali. Affidò le legioni a comandanti di provata fedeltà e di grande valore (Druso maggiore, Tiberio), e in tal modo conquistò le regioni dell'arco alpino, la Cantabria, la Pannonia, l'Illirico, la Mesia.     4. Quale fu l’errore commesso da Cesare? L'errore commesso da Cesare fu di aver lasciato trapelare la sua intenzione di farsi acclamare come re dai Romani o, comunque, di voler instaurare a Roma una monarchia di stampo ellenistico al posto della Repubblica. I timori suscitati nei cuori dei senatori condussero in breve tempo all'ideazione di una congiura che eliminò il dittatore (15 marzo 44 a.C.).5. Come, sia Cesare che Augusto, si occuparono della successione? Cesare nel suo testamento nominò suo erede e figlio adottivo Ottaviano, mentre Augusto nominò di volta in volta vari eredi (Marco Claudio Marcello, Marco Vipsanio Agrippa, Gaio e Lucio Cesare), che però gli premorirono tutti. Pertanto fu costretto dalle circostanze a scegliere come suo successore Tiberio, figlio di primo letto della moglie Livia. 

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.