Il sito di Yahoo Answers verrà chiuso il 4 maggio 2021 (ora della costa est degli USA) e dal 20 aprile 2021 (ora della costa est degli USA) sarà in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altre proprietà o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

Se dico che una cosa è male?

Se affermo che una determinata azione è male, come faccio ad essere sicuro che sia effettivamente cosi? E che magari non mi sto sbagliando? Come posso affermare ciò che è male? Perchè per es. l'omicidio o il furto è male? 

Aggiornamento:

@FDT e su cosa posso basarmi per essere sicuro che queste definizioni che dovrei dare di bene e male siano corrette? 

2 risposte

Classificazione
  • Risposta preferita

    Dovresti prima dare una definizione di Bene e di Male, suppongo. Poi, una volta definite le due '"categorie" puoi iniziare a collocare al loro interno le azioni. Ma occhio a non perderti le gradazioni per strada! Ad esempio, se un padre di famiglia ruba quanto basta per sfamare i suoi tre figli piccoli e malati (a chi lo ha ridotto alla fame in maniera disonesta e non ad una persona a caso) penso che in molte definizioni di Bene e Male troverebbe una collocazione ambigua.

    @Suppongo su una conoscenza sovra-umana, in quanto noi umani siamo fallibili. Tuttavia, questa conoscenza sovra-umana potremmo noi umani conoscerla se è oltre ogni concettualizzazione umana e dunque anche se esistesse (come penso che sia) sarebbe fuori dai nostri limiti?

    E possono degli uomini aver compreso e scritto tutto ciò che è bene, se questo Bene Assoluto è fuori dai limiti umani? O forse Dio (il Sommo Bene) è umano? Ma allora dove starebbe la differenza tra uomo e Dio se uguali dal punto di vista del Bene e dell'Essere?

    Appurato dunque che l'uomo è inferiore alle Divinità e appurato che a questa minore perfezione corrisponde una minore partecipazione al Bene (che infatti Dio ha in Sé, noi per partecipazione), l'uomo ha in sé una spinta al Bene ma non una perfetta comprensione del Bene stesso. Almeno nell'ottica Credente, dunque, esistono due possibili Vie, a mio avviso: L'unione estatica (ossia il culmine dell'esperienza Mistica), o le religioni. Tuttavia, essendo le religioni Rivelazione inculturata (ossia "tradotta" nelle varie culture perché fosse fatta propria dagli uomini dei vari periodi geostorici, che non essendo uno con Dio come nell'unione estatica, non possono essere Uno col Bene ma lo hanno solo per partecipazione) non c'è da stupirsi se presentano marginali differenze in cosa sia il Bene, e, dunque, occorre non seguirle acriticamente ma guardare il concetto di Bene di varie culture per comprendere la base, che, almeno per quel che ho visto, si può riassumere nel "non danneggiare gratuitamente il prossimo, agevola il prossimo e onora Dio".

  • Paolo
    Lv 6
    2 mesi fa

    Per un cristiano praticante è tutto molto facile basta seguire l'insegnamento delle Sacre Scritture

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.