Il sito di Yahoo Answers verrà chiuso il 4 maggio 2021 (ora della costa est degli USA) e dal 20 aprile 2021 (ora della costa est degli USA) sarà in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altre proprietà o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

?
Lv 5

Hai mai assistito al manifestarsi dell'inesistenza di Dio?

Un qualche evento o esperienza inequivocabili.

Aggiornamento:

Assistito in modo diretto e personale. Scusate l'omissione.

9 risposte

Classificazione
  • wanial
    Lv 7
    1 mese fa

    anche se non di persona, non bastano le notizie di masse di persone che vengono massacrate per motivi illeggittimi? di masse che muoiono di fame mentre nel loro territorio  ci sono fortune che potrebbero risollevare tutta la popolazione e invece ne usufruiscono soltanto pochi delinquenti? per non parlare dell'olocausto o di guerre fatte contro i piu' deboli per saccheggiarne il territorio, o perche' non credono nel loro dio o nella loro idea politica?al lieo la risposta di un sacerdote che blaterava a destra e a manca mi lascio' la convinzione che non ci credeva in pieno neanche lui...la risposta fu ' se credi bene se non credi peggio per te'..e quel peggio mi diede la risposta...secondo lui e molti di loro bisogna credere ad occhi chiusi, senza spiegazioni anche minime.....e ricorda una cosa, agli inizi dei primi abitanti della Terra non sapendosi spiegare il fulmine, le piogge torrenziali o il vento..i primi abitanti della Terra inventarono il primo Dio , il fulmine era un Dio ecc.ecc. e cosi fino ai giorni nostri altrimenti come ti spieghi che ogni popolo si è creato un Dio personale?.....la risposta non l'ho trovata plausibile...ma non critico chi ci crede, ciascuno si crea una speranza per giustificare il dolore e sperare nel meglio dopo

  • 1 mese fa

    Col tempo mi sono reso conto che Dio esiste soltanto nel pensiero di chi ci crede. I credenti, da parte loro hanno un modo "speciale" di conferirgli sempre meriti e virtù, specie in tutti quei casi in cui accade qualcosa di desiderabile, mentre quando qualcosa va male, non si sa mai di chi sia la colpa, ovviamente non della divinità. Sostengo che la cosiddetta "fede", sia il più potente placebo attraverso cui l'umanità che crede rafforza la speranza, autoconvincendosi che da qualche parte vi sia questo "esattore" che giudica e premia le minime stupidate di ognuno. Da bambini si crede ai personaggi delle favole, da adulti ci sono molti che credono a una favola ancora più grande...

    Aggiorna:

    Rileggendo la mia risposta, ho trovato pertinente aggiungere la parte finale di un mio racconto, tratto dal ricordo di una visita in un reparto ospedaliero per malati mentali.

    "...Non vi erano però detenuti oltre quella feritoia, ma come

     in un terribile girone dantesco, vi si scorgevano povere smorfie

     vaganti, seminude e dai capelli rasati a zero.

     Relitti umani, a volte immobili, dallo sguardo assente,

     oppure catturati dentro movimenti ripetuti, frasi sconnesse

     sempre uguali. Prigionieri di un incubo costante, come il suono

     di un disco inceppato sullo stessa strofa,

     sullo stesso ritornello.

     Qualche ombra ogni tanto, accorgendosi di una presenza nuova

     dietro quella porta, si avvicinava implorante allo spioncino

     per elemosinare furtivamente qualche sigaretta, poi spariva.

     Una moltitudine di angeli sfrattati dal loro paradiso, rinchiusi

     dentro quella bolgia di sgomento, maschere grigie dallo

     spirito evaporato e assente, manifestazione palese del disamore di Dio.

     L'unico colore era in quelle bucce d'arancia accartocciate al sole."

  • 1 mese fa

    La chiesa gioca proprio su questo.

    È semplicemente impossibile poter provare la non esistenza di qualsiasi cosa, non solo di Dio, quindi visto che la scienza, essendo una scienza (scusate il gioco di parole) seria, si guarda bene dall'affermare la non esistenza di Dio, come evita ancor di più, l'affermare che Dio esista ed il clero con le menti più semplici. gioca proprio su questo non affermare né l'esistenza, né la NON esistenza di Dio.

    @Wanial

    Non mi meraviglia nemmeno poco poco, che un prete possa non essere convinto dell'esistenza di Dio.

    È gente che ha studiato e chi ha studiato si fa delle domande.

    Non perdo occasione di discutere con dei preti. 

    Mi diverte smontare le loro tesi. 

    Ne ho conosciuto più di qualcuno, affatto convinto che Dio esista.

    Uno addirittura mi disse che per essere un buon predicatore, non è strettamente necessario essere credente.

    @Paolo Bitta

    Porto avanti l'olocausto da decenni, ma è una domanda che non piace né alla chiesa, né ai credenti.

    Ti rispondono sempre che la Shoah è successa per colpa nostra, ma evitano di rispondere seriamente al perché Dio abbia sentito di dover rispettare il libero arbitrio di un imbecìlle, scuro, capelli ed occhi scuri, col mito del superuomo biondo, alto, muscoloso e con gli occhi chiari, sulla pelle di  7 - 8 milioni tra ebrei, nomadi ed oppositori politici. Questa domanda credo sia trasparente, perché nessuno risponde mai: "Dio ha rispettato il libero arbitrio di Hitler, per questo specifico motivo", ma sempre e solo che la Shoah è stata colpa nostra.

  • ?
    Lv 6
    1 mese fa

    Basta l'Olocausto?

    -

    Allora è impossibile, dio non esiste nel mondo reale. Quindi non posso assistere alla manifestazione del nulla.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 mese fa

    Più che altro mancano le prove della sua esistenza.

  • Anonimo
    1 mese fa

    no, perché esiste.

  • 1 mese fa

    costantemente: gli imbecilli che credono in lui la dimostrano

  • ?
    Lv 6
    1 mese fa

    Tutte le volte che l'autorità impone il suo nobile pensiero al popolino ignorante, quel pensiero appare come la cosa più magnifica dell'universo. 

    Onde per cui la quale ... 

    << Dio >> è (notare l'accento) << il NASCOSTO pensiero del tiranno >> che con l’ausilio di nobili DISCORSI - propaganda - come << la cosa più magnifica dell’universo >>. E se poi vogliamo ricorrere a Voltaire possiamo anche dire: «Gli uomini usano il pensiero per giustificare le proprie ingiustizie, e il DISCORSO solo per NASCONDERE i loro pensieri».

    Fonte/i: Esiste una terza opzione ateistica, oltre alle solite (e stra-propagandate) due opzioni: (1) la NON CREDENZA nelle divinità; (2) la NON CONOSCENZA degli esseri divini … e poi esiste anche … (3) la NON DIVINIZZAZIONE di nessun oggetto reale.
  • Priest
    Lv 5
    1 mese fa

    Certo sempre tutta la vita

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.