Il 4 maggio 2021 il sito di Yahoo Answers chiuderà definitivamente. Yahoo Answers è ora accessibile in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altri siti o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

Anonimo
Anonimo ha chiesto in Arte e culturaStoria · 2 mesi fa

Problemi legali per sfruttamento corsi d'acqua (Po) tra antichi romani/medioevo?

Salve, tempo fa lessi brevemente su internet che non mi ricordo esattamente se ai tempi degli antichi romani o più avanti nel medioevo, che ci furono dei problemi (risolti formalmente proprio a livello legale) quando i romani si misero a sfruttare l'acqua dei fiumi (forse proprio il Po o fiumi minori annessi, comunque mi sembrava nella pianura padana) evidentemente in modo eccessivo tanto da sollevare proteste da parte di abitanti delle zone limitrofe per regolamentare la cosa. Forse ricordo male io alcune parti che ho riportato, però in linea di massima erano queste. Sapreste darmi dei link dove si tratta di questo argomento?

1 risposta

Classificazione
  • 2 mesi fa
    Risposta preferita

    Ancora oggi per pubblica utilità lo Stato può sfruttare qualsiasi bene, e nel caso questo fosse di proprietà altrui, dietro indennizzo espropria.

    Nel diritto romano  la disciplina delle acque comuni era solo e soltanto regolamentato per lo sfruttamento dei cittadini per i propri bisogni, specie quelli agricoli e tra questioni di eventuali deviazioni abusive. Comunque lo sfruttamento da parte dei privati, prevedeva una tassa a favore dell' impero.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.