Il sito di Yahoo Answers verrà chiuso il 4 maggio 2021 (ora della costa est degli USA) e dal 20 aprile 2021 (ora della costa est degli USA) sarà in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altre proprietà o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

∞ V ∞ ha chiesto in Scienze socialiPsicologia · 1 sett fa

Cosa? Perché? Il problema, diciamo, è che non esiste un altro sito attualmente altrettanto libero e privo di censura?

Answer è un po' un residuato bellico di un'epoca internettiana che oggi non esiste più. Non sperate di ricreare su Quora la stessa atmosfera. Cioè, io sono stato bannato in tipo 3 ore, quando provai ad iscrivermi, per una domanda umoristica che non conteneva alcun tipo di offesa. Su Quora esiste uno staff ed esistono utenti importanti che hanno un potere di vita e di morte sul vostro profilo. Lì basta una frase o una parola sbagliata - 'sbagliata' secondo loro - e sei fuori.

Grazie  

33 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    7 giorni fa

    Una decina di anni fa Yahoo era più importante di Google, oggi Yahoo è ridotta ai minimi termini dopo una gestione fallimentare che viene studiata dalle varie università del mondo come caso scuola di come condurre in modo scriteriato una azienda rigogliosa fino a provocarne un declino irreversibile.

    Farò solo una manciata di esempi, dato che altrimenti ne verrebbe un pippone se tentassi un elenco esaustivo.   Esisteva la chat di Yahoo, il vero paradiso delle chat, straordinaria chat estremamente efficiente che consentiva di dialogare anche con tutto il mondo, anche coi video!   Era possibile entrare nelle stanze Vietnam o in quelle dei vari Paesi sudamericani o nelle chat islamiche o in quelle erotiche, ovunque usando anche la voce.  Il tutto aveva preceduto Skype ed era più funzionale di Skype.   Perfino le faccine erano le meglio riuscite di tutto il Web.  E non solo le chat, ma anche i Forum, straordinari anch'essi. E c'era anche il messenger di Yahoo, quello di colore giallo, straordinario ed efficiente anch'esso. Sono esistite un centinaio di chat islamiche dove nel 2011 nacquero le cosiddette Primavere Arabe proprio in queste stanze da cui poi dilagarono nella realtà vera (anche se purtroppo nella realtà con esiti deludenti, ma questa è un'altra storia).  Insomma qua dentro è transitata la storia. È incredibile che vogliono cancellare tutto questo.  Speriamo che qualcuno stia provvedendo a salvare tutto questo prima che venga irreversibilmente cancellato.

    Yahoo ha operato una metodica analitica distruzione di tutti i suoi gioielli in cui era la prima nel mondo. Prima distrusse la chat, poi il forum, poi il messenger.  Strano e beffardo fu il modo in cui Yahoo distrusse il messenger, quello di colore giallo: dapprima lo modificò con una variante di colore viola, che era curiosamente disfunzionante.  Da tutto il mondo vi fu un coro di proteste, milioni di email, ma si diffusero anche sospetti.  Gli ingegneri che avevano modificato  il messenger giallo sostituendolo con quello fake di colore viola erano dipendenti Yahoo ma erano anche sabotatori di yahoo per conto di Yahoo.  Era evidente che quell'assurdità masochistica l'aveva fatta apposta. Si diffusero voci su indagini e sulle sue singolari decisioni autolesioniste programmate con scientifica precisione nel corso degli anni.  Misterioso fu anche il presunto attacco hacker che avrebbe violato oltre un miliardo di email di Yahoo: chi aveva assistito al dichiarato autosabotaggio che Yahoo aveva effettuato sul suo messenger si aspettava con sicurezza che successivamente sarebbero state autosabotate anche le email. E ora, ultimo atto, si aggiunge anche la liquidazione finale di Yahoo Answers, agevolata dall'abbandono e dalla negligenza dei responsabili del sito.  Per questa conduzione di autoliquidazione non valgono discorsi economici, non stanno in piedi, non sono credibili.  Lo scopo della analitica autorottamazione di Yahoo è oggetto di indagine e studio non solo da parte degli ambienti accademici.

    Sarà interessante prima o poi scoprire i veri motivi di questo bizzarro suicidio.  

  • Anonimo
    1 sett fa

    Mi sono iscritto ieri sera a Quora col nome "andrea R1995" e stamattina ero gia stato bloccato,perchè il mio nome non rispetta le linee guida della community,renditi conto...su Answers uno poteva dirsi a favore o contrario a qualsiasi cosa,senza censura ne niente,Answers era il migliore e il piu famoso del suo genere,anche se ce ne fosse un altro di sito simile,senza censura,sicuramente ha pochissimi utenti e vengono pubblicate 2 domande al giorno,se va bene.un sito come answers,nel 2021,non nascerà più,ai poteri forti queste community libere non piacciono più,potevano renderlo in sola lettura e tenere tutte le risposte serie di 10 anni fa,ma neanche questo vogliono...

  • 1 sett fa

    Io non credo che il sito chiuda per motivi economici, perchè se fosse stato solo per quello, sarebbe bastato inserire qualche banner pubblicitario.

    E' vero che c'è stato un calo di utenza, ma non così drastico da decretarne la chiusura: e poi, se il numero di utenti è calato, chiediamoci il perchè.

    Suppongo che dietro ci sia una motivazione più "politica", e non è per fare il complottista, ma ditemi in quale altra community si può avere il diritto di parola senza censura.

    Sia chiaro: il diritto di parola non significa poter offendere chiunque, quello mai (e per limitare ciò sarebbe bastato rendere la vita più difficile ai trolls), ma semplicemente poter dare una propria opinione.

    Se dico di volere un'immigrazione più controllata automaticamente negli altri socials vengo segnalato per razzismo, se dico di essere contrario alle adozioni gay vengo segnalato per discriminazione sessuale e così via.

    Sarà un caso che tutto questo è nato dopo il ban di Trump dai socials e che ha portato una serie di pagine e account socials bloccati?

    Si vuole creare una generazione allo zucchero filato, dove gli unicorni (rigorosamente color arcobaleno) volano e le capretti ti fanno ciao.

  • infatti V hai centrato il punto, Answer è un luogo libero senza censura e tossicità tipica di gruppi facebook social forum e gruppi vari

    gli unici luoghi virtuali che mi sento di assimilare a qui sono alcuni blog dove nei commenti si sviluppano delle discussioni lunghissime ma non è la stessa cosa

    io sui forum non sono mai riuscita ad interagire, dopo un po' si creano sempre situazioni di sospetto maldicenza negatività

    idem i gruppi fb che trovo siano la cosa più tossica di sempre, da un gruppo sui cani sono stata bannata senza pietà per aver messo un like ad un commento

    poi adesso con la pandemia diciamo la verità è tutto monitorato e controllato

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 sett fa

    Vi trapanerò tutti per sempre amici

  • 1 sett fa

    Questo sinceramente non mi invoglia a tentare di approdare lì :( io verrei bannata già 3 secondi dopo l'iscrizione allora. Come faccio a esprimere la mia mente contorta senza giudizi altrui, solo qui mi sento capita. Aiut

    @ life is now 😞

  • Anonimo
    1 sett fa

    Amico,

    con un pó di pazienza sicuramente negli Stati Uniti faranno un sito simile. Partiremo tutti da 0 come si fa nei campionati di calcio, ma non ci interessano i punti.

  • ?
    Lv 4
    1 sett fa

    ci vuole un sito trash come questo, ma questo è un sito di 15 anni fa, non so se esistono piattaforme simili

    @Jade,io peggio di te.....io verrei bannato dopo 1 secondo dalla pubblicazione di una domanda per "negazionismo, Incitamento all'odio, disinformazione" e censure varie di stampo totalitarista

  • 1 sett fa

    Per giunta ritengo che un fondo o un investitore illuminato farebbe un ottimo affare a rilevare il sito e il marchio e a rilanciarlo come un social privo di censura. Quello che intendo dire è che in un epoca in cui i social network sono censurati, monitorati, in cui le opinioni fuori dagli schemi portano immediatamente ad un ban - o a una denuncia - molte persone sentono l'esigenza di trovare un luogo virtuale in cui potersi esprimere senza filtri e senza paura. Questo luogo attualmente non c'è. Se un investitore o un fondo d'investimenti avesse il coraggio di fare una scelta simile, pubblicizzando e rilanciando il social su un'idea simile (no censura, totale freedom of speech) secondo me l'investimento sarebbe profittevole.

  • .
    Lv 6
    1 sett fa

    Io sono stato bloccato per colpa di un demente solamente perché avevo lo stesso nick che ho qui.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.